CNA e Casa Pia probabile collaborazione

La CNA ha accolto con piacere ed interesse l’invito del neo Presidente Fabio Diana a visitare e valutare l’ipotesi di collaborazione con la casa di riposo Vittorio Fossombroni meglio conosciuta come Casa Pia. Con la nuova amministrazione comunale questa struttura di tipo residenziale gestita da soggetti pubblici e finalizzata a fornire accoglienza ad anziani autosufficienti e non – sottolinea Fabio Diana – vuole recuperare e rilanciare un rapporto più stretto e dinamico con la città ed i suoi principali attori economici e non.

E’ per questo che abbiamo voluto incontrare in primis un’associazione di categoria come la CNA che insieme alla Federazione dei Pensionati e alla Onlus Socialnet ha dimostrato in questi ultimi anni una particolare attenzione per queste persone. Numerose sono state infatti le iniziative promosse da Socialnet e CNA Pensionati – ricorda Barbara Bennati responsabile Area Politiche Sociali di CNA – a favore degli anziani. Per citarne solo qualcuna si può ricordare la promozione dei soggiorni estivi nel Tirreno e nell’Adriatico, la realizzazione di un corso di formazione per riparare macchinari ed attrezzature inviati successivamente in Africa ed America Latina, l’organizzazione di un convegno sul potere di acquisto delle pensioni.

In questi settori così come in altre iniziative vorremmo a fronte della sensibilità ed impegno del neo Presidente della Casa di Riposo Fabio Diana, impostare insieme un percorso che ci porti a conoscere meglio le esigenze e ricchezze degli anziani ed a progettare insieme proposte ed interventi che si possono così sintetizzare: maggiore apertura, collaborazione e senso di appartenenza della Casa Pia con il resto della comunità locale, dialogo costruttivo con l’amministrazione comunale per l’elaborazione di politiche a sostegno degli anziani, attività di animazione e di tempo libero da sviluppare soprattutto all’interno della struttura.

Articlolo scritto da: Marinella Martinelli – CNA Arezzo