Forza Italia contro le divisioni

AREZZO – E’ con rammarico che prendiamo atto delle esternazioni fatte nei giorni scorsi da alcuni esponenti di rilievo del Centrodestra. Esternazioni incentrate su pretese divergenze di opinione il cui contenuto sembra essere più quello della contrapposizione personale che della discussione politica.
E’ naturale che all’interno dei partiti si discuta e che lo si faccia anche all’interno delle coalizioni. Ma quello che più dispiace è che a questa dialettica “ fisiologica” si dia rilevanza mediatica, perdipiù sproporzionata rispetto all’entità dei fatti in discussione. Dispiace non solo a noi – che quotidianamente lavoriamo da anni per l’unità delle forze del Centrodestra -ma anche alla nostra base elettorale. L’unità è un elemento fondamentale non solo per dare fiducia ai nostri elettori ma anche per conquistare la stima della gente ed allargare così l’area di consenso.
Come sempre ci rammentano il nostro coordinatore regionale onorevole Denis Verdini ed il Commissario Alessandro Antichi, dobbiamo preoccuparci di far sapere che la classe dirigente dell’opposizione al centrosinistra è solida ed unita, evita inutili conflitti interni e lavora quotidianamente per un progetto comune rifuggendo da ogni personalismo.
Ci auguriamo dunque che tutti coloro che condividono responsabilità anche importanti in questo contesto politico comprendano l’importanza della coesione, prima arma per sconfiggere la sinistra. Chi invece – sulla stampa ed in televisione – alimenta pretesti di divisione, finisce per essere anche inconsapevolmente il primo alleato di questa sinistra che, come tutti possono constatare, nulla fa e litiga su tutto.