Seminario Regionale sul governo della Sanita, pubblicati gli atti

AREZZO – Pubblicati a cura della Provincia di Arezzo gli atti del seminario regionale sul "governo democratico della sanità in Italia e in Toscana dal 1978 ad oggi", organizzato in collaborazione con il Centro di Promozione per la Salute Franco Basaglia. Il seminario, che si è svolto nel febbraio di quest’anno, ha visto la presenza in Sala dei Grandi di esperti, docenti universitari, tecnici del Ministero della Salute e della Regione Toscana ed amministratori regionali e locali. "E’ doveroso che una riflessione sulla sanità parta proprio da noi che facciamo parte di una Regione, la Toscana, che ha nella sanità uno dei suoi fiori all’occhiello -, afferma il Presidente della Provincia Vincenzo Ceccarelli. Quello che il convegno ha voluto proporre è l’invito a spostare l’accento dalla sanità alla salute, vale a dire dal medico al cittadino e al territorio. Dalla realtà tratteggiata dagli atti di questo convegno è stata avviata una riflessione su che cosa sia meglio e più opportuno per i cittadini, per le istituzioni e per tutto il mondo che gravita intorno alla salute. L’alta qualità degli interventi, la serietà delle valutazioni, la ponderazione dei pareri esposti sono un punto di partenza importante per iniziare a disegnare un futuro a misura del cittadino", conclude Ceccarelli. La pubblicazione non contiene solo gli atti del convegno, ma anche lo studio sulle forme di governo della sanità in Toscana prodotto dal Centro Basaglia ed i risultati del questionario rivolto ai consiglieri provinciali e comunali sul ruolo degli enti locali su salute e sanità in provincia di Arezzo. "E’ particolarmente importante lo spazio riservato al documento prodotto dal Centro Basaglia, le cui analisi e proposte sono state al centro anche di un consiglio provinciale dedicato ai temi della sanità", commenta il Presidente del consiglio provinciale Antonio Perferi. La pubblicazione è stata inviata a tutti i soggetti istituzionali del territorio ed è gratuitamente disponibile, per gli interessati, presso lo sportello Urp della Provincia.