Igiene ambientale, rinnovato il contratto collettivo di lavoro

ROMA – È stato siglato nella tarda mattinata di ieri, al termine di tre giorni di trattative ininterrotte tra Federambiente e le organizzazioni sindacali FP-CGIL, FIT-CISL, UILTrasporti e FIADEL, l’accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro del settore dell’igiene ambientale, che interessa circa 42.000 dipendenti del comparto. Le parti torneranno a incontrarsi mercoledì 9 aprile per la stesura definitiva dei testi contrattuali.
Obiettivo di Federambiente era quello di pervenire al contratto unico di settore evitando che il differenziale di costo del lavoro si traducesse nella maggior leva di successo nella competizione tra pubblico e privato.
L’uguaglianza di orario di lavoro settimanale tra i contratti Federambiente e FISE-Confindustria, il recupero di produttività sull’orario annuale e altri elementi consentono d’impegnarsi per il contratto unico di settore in tempi ravvicinati.