Le malattie della vecchiaia

AREZZO – Numeroso e partecipato è stato il convegno “Le malattie della vecchiaia” organizzato sabato 24 maggio a Cortona da Cna Pensionati Arezzo in collaborazione con Cna Pensionati Toscana e con il patrocinio del Comune di Cortona e della Banca Valdichiana. I lavori sono iniziati con il saluto del Sindaco di Cortona, Dott. Andrea Vignini, a cui sono seguite le introduzioni dei Presidenti di Cna Pensionati Provinciale e Regionale, Giuseppe Valenti e Enzo Bonci. Gli oltre 150 associati di Cna Pensionati, con delegazioni provenienti anche da altre province della Toscana, hanno ascoltato ed interpellato un parterre qualificato di medici quali: il Dott. Franco Cosmi, il Dott. Mario Aimi, la Dott.ssa Giuseppina Conti, il Dott. Enrico Ansani, la Dott.ssa Tiziana Ingegni, il Dott. Amos Salvicchi e la Dott.ssa Alessandra Painii sulle principali patologie che preoccupano gli anziani. Il mondo degli anziani – interviene Orlando Magari, Cna Pensionati Arezzo – pone sempre nuove sfide alla sanità e ai suoi servizi, soprattutto a livello territoriale ed il convegno è stata l’occasione per approfondire cause e modalità di prevenzione delle malattie cardiologiche, del diabete mellito, dell’ictus cerebrale, dei tumori, delle demenze e delle malattie respiratorie. Cna Pensionati ha, inoltre, sottolineato come ancora sul fronte dell’assistenza sanitaria ci sia molto da migliorare. Infatti lo Stato lesina, e il cittadino è costretto a “comprare” il suo diritto alla salute a un prezzo che sta diventando sempre più caro. I dati diffusi dal Tribunale per i diritti del malato, relativi alle spese sostenute dai malati di tumore e dalle loro famiglie, sono inequivocabili: nel 43% dei casi, per avere alcune prestazioni, è necessario mettere mano al portafoglio. A incidere maggiormente sono i farmaci, con costi che superano i 100 euro al mese e possono arrivare anche a 500. L’Osservatorio della terza età aggiunge alcuni dati: nonostante la crescita della domanda e dei prezzi delle cure, la percentuale di risorse impiegate dallo Stato per la sanità è rimasta pressoché invariata tra il ’91 e il 2004; ad aumentare, in questi 13 anni, è stata dunque la spesa affrontata dai malati. La cifra è stata calcolata in 24 miliardi di euro. Cna Pensionati non manca però di evidenziare gli aspetti che fanno sperare bene per il futuro. Leo Milanesi, segretario provinciale Cna Pensionati, fa riferimento alla firma dell’intesa tra Regione Toscana e parti sociali sulle linee guida per il Fondo sulla non autosufficienza. Tra gli obiettivi del Fondo, da tempo sollecitati anche da Cna Pensionati, ci sono: la domiciliarità come scelta strategica e prioritaria, il superamento delle liste di attesa per gli inserimenti nelle Rsa entro il 2010, l’erogazione di un sostegno economico alla famiglia per il lavoro di cura dell’assistente familiare. La giornata è stata completata con una visita guidata alla splendida città di Cortona, al Museo Etrusco ed ai luoghi francescani.