Home Cronaca Coppia gay aggredita a Roma, finisce in manette ‘Svastichella’

Coppia gay aggredita a Roma, finisce in manette ‘Svastichella’

0

ROMA РE' stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile capitolina, in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata questa mattina dal gip del Tribunale di Roma, il 40enne accusato di aver aggredito, la notte tra venerdì e sabato scorso, due ragazzi gay nel quartiere dell'Eur a Roma.

Il 40enne, A. S. detto 'Svastichella', dalle testimonianze raccolte subito dopo l'accaduto è stato individuato come l'autore dell'aggressione. Il Gip, Renato Laviola, ha disposto la misura cautelare in carcere, su richiesta della Procura della Repubblica, contestando il reato di tentato omicidio.

La Squadra Mobile di Roma, nel corso delle indagini, ha inoltre identificato l'uomo che alcuni testimoni hanno indicato come presente sul posto al momento dei fatti, in compagnia di A.S. Come riferisce la polizia, da una prima ricostruzione, l'uomo sembrerebbe non aver avuto alcun ruolo attivo nella vicenda, essendo intervenuto per interrompere l'aggressione e per allontanare A.S.

I due giovani si erano da poco allontanati dal Gay Village, nel quartiere dell'Eur a Roma, quando sono stati aggrediti da un uomo che, infastidito dalle effusioni dei due in un parco, li ha insultati e poi ha ferito il primo alla testa con una bottiglia e l'altro all'addome con un coltello.

"Finalmente una buona notizia che attendevamo da ore. Siamo soddisfatti che sia stata accolta la nostra istanza", ha commentato il presidente di Arcigay Roma Fabrizio Marrazzo. Anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno aveva contestato la decisione del magistrato inquirente che inizialmente si era limitato a denunciare a piede libero l'accoltellatore dei due ragazzi.

Articlolo scritto da: Adnkronos/Ign