Cosenza, prete tenta di violentare una studentessa sul bus

COSENZA – Rischia il rinvio a giudizio il sacerdote della Diocesi di Rossano, che, in abiti civili, ha tentato di abusare sessualmente di una giovane studentessa universitaria.

I fatti, riportati dalla 'Gazzetta del Sud', risalgono al marzo scorso quando il religioso a bordo di un autobus di linea in servizio tra Cosenza e Rende, si è avvicinato alla ragazza, l'ha afferrata per il bacino impedendole di allontanarsi e, mettendole una mano sulla bocca per evitare che urlasse, si è slacciato i pantaloni tentando di compiere un atto sessuale.

La giovane però, approfittando di una fermata del mezzo, è riuscita a divincolarsi e a sfuggire all'aggressore, che si è dato alla fuga. La vittima ha sporto denuncia ai carabinieri di Rende che hanno svolto le indagini e ieri il sostituto procuratore della Repubblica di Cosenza, Salvatore De Maio, ha firmato l'avviso di chiusura delle indagini preliminari. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta il sacerdote avrebbe confermato le proprie responsabilità e avrebbe scritto una lettera per scusarsi dell'accaduto.

Il religioso, accusato di tentata violenza sessuale, ha ora 20 giorni per presentare una memoria difensiva, quindi spetterà alla Procura decidere se proscioglierlo dalle accuse o processarlo.

Articlolo scritto da: Adnkronos/Ign