Il Palazzo: luogo d’arte

“Offriamo alla città un’occasione di visitare e quindi conoscere meglio il palazzo comunale. Con le sue opere d’arte, le sue sale, la sua torre dalla quale si può ammirare lo spettacolo del centro storico”. Così il Sindaco Giuseppe Fanfani ha presentato stamani la nuova guida al Palazzo dei Priori. Ed il Presidente del Consiglio, Giuseppe Caroti, ha ammesso che non solo la guida ma anche la diffusione della conoscenza del palazzo era una delle sue prime idee fin dal momento dell’insediamento: “mi sono innamorato di questa sede, ricca di storia e di arte ma purtroppo non sufficientemente conosciuta”.
E questa guida, curata da Cecilia Agostini e Piero Mannozzi per il Servizio Comunicazione del Comune, è la risposta alla domanda. Il Palazzo dei Priori, conosciuto per essere sede del governo cittadino, conserva nei suoi corridoi, nelle sue stanze, opere d’arte, di pittura e scultura, una ricca quadreria e una serie di busti marmorei che costituiscono una galleria di aretini illustri che hanno caratterizzato la storia della città di Arezzo.
Accanto a notizie di carattere storico – artistico sull’edificio e su quanto in esso contenuto, il lettore trova una breve storia dello stemma del Comune di Arezzo e della Giostra del Saracino, per le quali l’amministrazione comunale ha ringraziato il presidente della Società Storica Luca Berti che ha autorizzato a pubblicare questi suoi due lavori.
Pubblicazione ed aperture del palazzo hanno quali prime destinatarie le scuole. Già tre classi si sono prenotate ancora prima della comunicazione ufficiale del Comune al Provveditorato agli studi. Gli studenti che varcheranno il portone di piazza della Libertà potranno conoscere le sale e le opere d’arte ma anche il funzionamento degli organi democratici del Comune. Sindaco e Presidente del Consiglio saranno infatti a disposizione degli studenti.