Appello dell’Unicef per l’emergenza ad Haiti

AREZZO – “Nonostante i gravi danni subiti ai propri uffici a Port-au-Prince, l’UNICEF si è subito attivato per fornire un aiuto immediato alle vittime del terremoto che ha colpito oggi Haiti”- ha dichiarato il Presidente dell’UNICEF Italia Vincenzo Spadafora- “In coordinamento con le altre agenzie delle Nazioni Unite presenti, l'UNICEF fornirà gli aiuti necessari per garantire accesso ai servizi igienici, all’acqua potabile e all’assistenza sanitaria di base. E’ necessario che i bambini, i più vulnerabili in caso di catastrofi naturali, siano protetti. Già da queste prime ore chiediamo a tutti i donatori e alle aziende di sostenere la nostra raccolti fondi per le vittime del terremoto di Haiti. E’ un forte appello che rivolgiamo all’opinione pubblica: non lasciamo soli i bambini di Haiti”.

La situazione dei bambini e delle donne ad Haiti era già molto difficile prima che il terremoto colpisse l'isola. Haiti è uno dei paesi più poveri del pianeta –è classificato al 148° posto su 179 secondo l’Indice di Sviluppo Umano dell’UNDP- e fatica a riprendersi da anni di violenza, insicurezza e instabilità e da una lunga serie di calamità naturali.

Si possono effettuare donazioni all’UNICEF: tramite:
– c/c postale 745.000, causale: ‘Emergenza Haiti’;
– carta di credito online su www.unicef.it, oppure chiamando il numero verde UNICEF 800745000;
– cc bancario Banca Popolare Etica IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051”;
– i comitati locali dell’UNICEF presenti in tutta Italia (elenco sul sito-web www.unicef.it).