Nasce a Roma la fondazione Elio Toaff

276

ROMA – Davanti a una sala gremita presso l'hotel Rome Cavalieri-Waldorf Astoria è stata presentata a Roma la fondazione Elio Toaff per la cultura ebraica. Il rabbino capo emerito di Roma ha compiuto venerdì scorso 95 anni. Per mezzo secolo dal 1951 al 2001 è stato la guida spirituale della comunità ebraica romana.
All'evento sono presenti rappresentanti del mondo della politica, dell'economia, della cultura e della chiesa. Tra gli altri il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, Piero Fassino, il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il presidente il segretario del Papa, Padre Georg Gaenswein, e il presidente del Gruppo Gmc Adnkronos Giuseppe Marra.
Numerosi i messaggi letti in pubblico per Elio Toaff, che siede sul palco circondato da un gruppo di bambini (nella foto), che al suo arrivo lo anno accolto con canti augurali. Tra i messaggi arrivati quelli del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, del presidente Emerito Carlo Azeglio Ciampi, di papa Benedetto XVI, del presidente del Consiglio Berlusconi.
''Mi è specialmente caro ricordare il suo impegno per la promozione di relazioni fraterne tra cattolici ed ebrei e la sincera amicizia che la legò al mio venerato predecessore, papa Giovanni Paolo II'', ha scritto Ratzinger in uno dei passaggi del messaggio per Elio Toaff.
''Il mio augurio – prosegue il messaggio – è che si compiano per lei le parole conclusive dello stesso Salmo 'bontà e fedeltà mi saranno compagne tutti i giorni della mia vita, abiterò ancora nella casa del Signore per lunghi giorni'. Shalom''.
Nel suo augurio, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano definisce Elio Toaff "altissima personalità dell'ebraismo italiano del nostro tempo, già valoroso combattente partigiano, protagonista e promotore di quel dialogo ebraico-cristiano che culminò con la storica visita alla Sinagoga di Roma, il 13 aprile 1986, di Giovanni Paolo II, a cui Toaff fu legato da rapporti di forte amicizia''.
Per il presidente del Senato, Renato Schifani, l'impegno di Toaff "e la sua testimonianza devono continuare ad essere di insegnamento e guida per il nostro Paese".
Alemanno, intervenendo alla presentazione della fondazione a lui dedicata, ha detto: "Elio Toaff è una guida profonda che parla al cuore e per questo tutta Roma si inchina di fronte alla sua saggezza. Per cinquant'anni -ha proseguito il sindaco- Toaff ha rappresentato la comunità ebraica di Roma, nei momenti dolorosi, di gioia e di dialogo. Ha dimostrato sempre fermezza ed apertura, un equilibrio che nasce dalla saggezza".

Articlolo scritto da: Adnkronos