SBA: Cagliari-Arezzo

AREZZO – La sconfitta casalinga di soli due punti e con Galiazzo ai box per infortunio, seppur cocente, è servita per far capire alla Scuola Basket Arezzo il suo attuale valore. Nelle recenti uscite, complice il ritorno di Daniele Quartieri, la squadra è apparsa vivace, determinata e sembra aver finalmente preso l'impronta di Coach Baggiani. Ed è con questo spirito e con una rinnovata consapevolezza nei propri mezzi che Capitan Marconato ed i suoi uomini/ragazzi andranno a far visita al Banco Sardegna Cagliari. I sardi sono reduci da una vittoria in extremis sul campo di Castelfiorentino, vittoria giunta al termine di un finale convulso per mano dell'ex amaranto Maurizio Pedrazzini, che all'andata fu il giustiziere della Scuola Basket Arezzo con due punti sulla sirena. Pedrazzini, quaranta anni compiuti ieri e una forma fisica invidiabile, è uno dei punti di forza della formazione di Coach Caddeo. Grazie ad un fisico statuario di 196 cm. "Pedro", che è un'ala piccola, può, per necessità, giocare anche qualche minuto da ala grande, aprendo le difese con i suoi tiri da tre. Gli isolani inoltre, possono contare sulle incredibili capacità realizzative di Roberto Pintor, guardia classe '83 di 185 cm. che ai 16,3 punti di media (che ne fanno il quarto miglior realizzatore del torneo) aggiunge ben 5,2 rimbalzi, dimostrando così di poter andare oltre la sua statura. Restando sempre nel reparto esterni, Coach Caddeo può contare sul giovane (classe '89) e solido playmaker Mauro Graviano, rientrato da una settimana dopo uno stop che lo ha tenuto lontano dal parquet per circa un mese. Graviano (9,3 punti e 3,1 rimbalzi di media) è coadiuvato in regia dal ventiduenne Fabio Villani, che con 6,1 punti di media ed un 41% nel tiro da tre è tra i giocatori fondamentali della rotazione dei sardi, specialmente per la sua capacità di difendere e spesso di limitare il diretto avversario. Giuseppe "Titti" Villasanta e Davide Sanna chiudono le rotazioni degli esterni del Banco sardegna. Villasanta è un'ala dotata di grande tiro e di una buona capacità di leggere la partita, se in giornata, potrebbe essere un ulteriore grattacapo per Coach Baggiani. Nei pressi del canestro Coach Caddeo può contare sui centimetri di Gionata Putignano (il più basso del lotto con i suoi 195 cm.), Alessandro Ceparano (206 cm.) e Stefano Solla (207 cm.). Tra i tre il più talentuoso è sicuramente Gionata Putignano, come peraltro dimostrano i 13,1 punti di media ed i 6,4 rimbalzi. La marcatura su Putignano all'andata fu un vero e proprio rebus per gli amaranto, che "permisero" al lungo cagliaritano di realizzare 29 punti con il 71% dal campo, motivo per cui, sarà di sicuro tra i sorvegliati speciali di Galiazzo e compagni. Ceparano ed il mastodontico Solla sono in grado di garantire una presenza interna ed una fisicità con cui difficilmente si può competere alla pari. Per la Scuola Basket Arezzo sarebbe fondamentale tornare con i due punti, sia per la classifica, che per il morale. I presupposti sembrano esserci tutti, il principale risiede nel recupero dalla brutta storta alla caviglia di Andrea Galiazzo, che consentirebbe a Coach Baggiani di poter contare sull'intero organico a sua disposizione.