Giostra, una porchetta al quartiere vincitore della provaccia

391

Sarà offerta dal Sindacato dei macellai della Confcommercio della provincia di Arezzo al quartiere vincitore della prova generale della Giostra in programma venerdì sera, 2 settembre. Il Presidente dei macellai aretini Alberto Rossi: “Un modo per sostenere uno degli eventi più importanti per la nostra città attraverso l’attività della nostra categoria”.

Una porchetta al quartiere che si aggiudicherà la cosiddetta “provaccia”, la prova generale della Giostra del Saracino che andrà in scena venerdì 2 settembre in piazza Grande. È questo il gustoso premio che si contenderanno i quattro quartieri durante la prova generale della Giostra del Saracino.

Un riconoscimento prelibato che verrà messo in palio dall’Associazione dei macellai della provincia di Arezzo aderente a Confcommercio, che attraverso il lavoro dei suoi sapienti macellai offrirà una succulenta porchetta a tutti i quartieristi vincitori della provaccia appena la corsa al buratto sarà conclusa.

Un modo per premiare il quartiere vincitore con un prodotto tipico del nostro territorio e per festeggiare insieme ai quartieristi la serata della prova generale, momento in cui si affilano le armi per la corsa della domenica.

“Vista l’importanza della Giostra del Saracino, uno degli eventi più importanti per la nostra città – afferma Alberto Rossi, presidente provinciale dell’Associazione macellai di Confcommercio – la categoria ha ritenuto opportuno partecipare a suo modo alla kermesse offrendo una porchetta come simbolo della nostra vicinanza e del nostro sostegno. Voglio ringraziare l’Istituzione Giostra che ci ha consentito di portare avanti l’idea e il nostro Dario Bonini, consigliere dell’Associazione Macellai di Confcommercio e soprattutto Maestro di Campo della Giostra che ha contribuito in maniera fattiva a veicolare l’iniziativa”.

Si conferma dunque la grande sensibilità dell’Associazione Macellai rispetto agli eventi e alle manifestazioni che animano la città e contribuiscono a vivacizzare il centro storico di Arezzo. “E’ un modo semplice ma simbolico per contribuire al successo della manifestazione – conclude il presidente dei macellai aretini Alberto Rossi – Omaggeremo il quartiere vincitore con una porchetta doc che cuoceremo appositamente per la provaccia. Una grande festa che si concluderà a tavola con il meglio della tradizione locale”.