Istituzione Giostra: il bilancio di Agnolucci sull’edizione di giugno

Arezzo – Una città in festa e organizzata. Cresce l’interesse intorno alla storica manifestazione aretina e la macchina organizzativa dei quartieri e dell’amministrazione comunale ha ancora una volta dimostrato il suo funzionamento. È questo il bilancio che il cda dell’Istituzione Giostra del Saracino ha redatto alla luce dell’ultima edizione di giugno.
I rettori dei quartieri e il presidente Angiolo Agnolucci si sono ritrovati per esaminare l’edizione numero 121 della rievocazione storica e per procedere all’organizzazione dell’edizione di settembre.
“Il mio ringraziamento – puntualizza Agnolucci – va a tutte quelle persone che a vario titolo hanno contribuito alla realizzazione della giostra di giugno. Mi riferisco ai quartieristi, alle loro dirigenze, agli uffici comunali, alle forze dell’ordine e a tutti coloro che hanno consentito il corretto e sereno svolgimento della manifestazione. Ormai è crescente l’interesse intorno alla rievocazione, non solo il giorno della Giostra, come evidenziano le iniziative della settimana antecedente, la così detta ‘Settimana del Quartierista’ e gli altri impegni dei quartieri che coinvolgono aretini e turisti.
Arezzo, ormai, nei giorni della Giostra è divenuta meta per numerosissimi turisti. Le prenotazioni per assistere alla rievocazione arrivano da tutti i continenti. L’altro aspetto da sottolineare è che anche in città sono cresciute in modo esponenziale la vita ricreativa e l’aggregazione intorno alle sedi dei quartieri. È per questo che intendo ringraziare quanti si impegnano quotidianamente per far sì che tutto ciò sia possibile. Vedere la città trasformata a festa e gli aretini vivere di giostra è un motivo di orgoglio”.
Archiviata l’edizione di San Donato la macchina organizzativa è già al lavoro per l’edizione della Madonna del Conforto. “I pensieri del cda – conclude il presidente – sono già per settembre. Con i rettori ci siamo ritrovati non solo per esaminare la giostra conclusa ma anche per organizzare quella imminente. Inoltre è prossimo l’avvio del procedimento per le trattative di acquisto della nuova tribuna A. L’obiettivo è quello di chiudere anche questo aspetto in modo da consegnare una nuova e capiente struttura capace di accogliere un maggior numero di spettatori”.