Prova generale in memoria del Conte Vincenzo Borghini Baldovinetti

Arezzo – I giostratori di riserva in lizza giovedì sera in Piazza Grande sfideranno il Re delle Indie in memoria del Conte Vincenzo Borghini Baldovinetti. Sarà dedicata infatti al Conte la prova generale della Giostra del Saracino di San Donato.
Baldovinetti fu nominato Maestro di Campo dall’allora Comitato di Coordinamento ed ha ricoperto l’importante ruolo dal 1962 al 1970 affiancato come Vice Maestro, dal figlio Gianluigi che lo ha poi sostituito. Con tale nomina, la nobiltà aretina si inserì nella rievocazione storica, negli anni in cui la manifestazione, se pur fra notevoli difficoltà organizzative e nell’apparente indifferenza generale, ritrova il suo fascino e la sua forza nel mantenere e far rivivere la propria tradizione tramandandola nel tempo. Il Conte, cavaliere di grande prestigio, ricoprì il ruolo con serietà passione ed imparzialità di giudizio, doti fondamentali per il delicato compito al quale la città di Arezzo lo aveva invitato e che ha interpretato con grande onore. Sono passati più di venti anni dalla Sua scomparsa, ma nella tradizione della Giostra rimane il ricordo di un grande uomo che ha legato il proprio nome alla importante manifestazione e alla città di Arezzo.
Al quartiere vincitore della prova generale andrà quindi in premio una targa la cui dedica sarà riservata al Conte Vincenzo Borghini Baldovinetti, oltre naturalmente alla tradizionale “porchetta” offerta per questa edizione dalla macelleria “Fratelli Bonini”.