6° Ronde Valtiberina: il rally in sostegno dell’opsedale Meyer

152

Non solo sport alla la 6^ Ronde Valtiberina. La gara, in calendario per il 3 e 4 marzo prossimi già entrata nella sua fase decisiva con l’apertura delle iscrizioni il 3 febbraio (periodo che si allungherà sino al giorno 25), infatti sarà un importante momento per concentrarsi sulla solidarietà.

Come accaduto in passato, PRS Group, l’organizzatore congiuntamente al dinamico staff della Valtiberina Motorsport, anche per l’edizione 2012 della gara, quarta prova del Challenge Raceday Ronde Terra, ha previsto il proprio sostegno in favore di chi ha bisogno.

Il gruppo locale di volontari, hanno concepito l’evento come ideale traino per azioni di solidarietà, dando sostegno alla Fondazione Meyer, mediante la raccolta di fondi da destinare quindi all’Azienda Ospedaliera Meyer di Firenze, una delle eccellenze italiane in campo medico pediatrico conosciuta in tutto il mondo. Perfettamente integrata con le scelte programmatiche dell’Ospedale, la Fondazione rappresenta un aiuto e un sostegno per la realizzazione di tutte quelle azioni che danno “valore aggiunto” all’attività del Meyer, che lo rendono sempre più qualificato sotto il profilo tecnico-scientifico e sempre più apprezzato e caro all’opinione pubblica.
La 6^ Ronde Valtiberina con orgoglio da parte degli organizzatori diviene quindi partner della Fondazione Meyer ed anzi, cercherà per quanto possibile di sensibilizzare concorrenti, addetti ai lavori ed appassionati sul valore dell’iniziativa, che segue quelle attuate nel passato dalla gara e dai suoi organizzatori, al fine di raccogliere quanti più fondi possibili per questa giusta e nobile causa. La raccolta fondi avverrà durante i due giorni di gara con l’offerta che sarà libera: i punti di raccolta saranno ubicati alle verifiche, alla partenza, presso il parco assistenza ed all’arrivo della gara.

COSA E’ LA FONDAZIONE MEYER
La Fondazione dell’Ospedale nasce come strumento operativo sinergico all’Azienda Ospedaliera Meyer per le attività legate al Nuovo Meyer di Villa Ognissanti e per fornire supporto nell’attività di raccolta fondi del Meyer, ma non solo. Perfettamente integrata con le scelte programmatiche dell’Ospedale, la Fondazione rappresenta un aiuto e un sostegno per la realizzazione di tutte quelle azioni che danno “valore aggiunto” all’attività del Meyer, che lo rendono sempre più qualificato sotto il profilo tecnico-scientifico e sempre più apprezzato e caro all’opinione pubblica.
Scopi della Fondazione sono infatti sia quelli di sviluppo di iniziative di radicamento del Meyer sul territorio, sia di attività di ricerca sulla tematica del bambino spedalizzato con particolare riferimento alle problematiche psico-pedagogiche. Particolare attenzione viene prestata dalla Fondazione nel supporto all'impegno del Meyer per migliorare la qualità del soggiorno dei bambini e delle famiglie in ospedale ed anche attraverso il sostegno alla formazione del personale ed alla ricerca scientifica svolta dal Meyer; non ultimo, la Fondazione si propone come valido aiuto all'attività di cooperazione svolta dall'Azienda Meyer.
La Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Anna Meyer O.N.L.U.S. è stata riconosciuta come Persona Giuridica di Diritto Privato dalla Regione Toscana con Decreto n. 5087 del 19/9/2000 ed è iscritta al registro delle Persone Giuridiche della Regione Toscana al Num. 17 (DPR 361/2000)

L’OSPEDALE MEYER, “L’OSPEDALINO DEI BAMBINI”.
Costruito nel 1884 per opera del Commendator Giovanni Meyer a ricordo della propria consorte, L’Ospedale Pediatrico Anna Meyer di Firenze è stato fra i primi in Italia ad essere costituito per occuparsi in maniera esclusiva dei problemi di salute dei bambini, dalla nascita all’adolescenza.
Esso è totalmente integrato nel vissuto cittadino del capoluogo toscano, così da essere affettuosamente chiamato dai fiorentini “l’Ospedalino dei bambini”. Il principio ispiratore di tutto l’agire tecnico e organizzativo è quello della promozione: promozione di conoscenza, di autonomia e sviluppo della responsabilità sociale e individuale
L'azienda Ospedaliera Anna Meyer offre competenze dedicate alla gestione e produzione di servizi sanitari rivolti al neonato, al bambino, all’adolescente e alle loro famiglie nonché allo studio e alla cura delle condizioni patologiche neonatali.
Collabora alla promozione , produzione e mantenimento dello stato di salute dei cittadini, minori e alle loro famiglie.
Impronta la sua gestione a criteri di efficacia, efficienza, economicità e a valori quali la trasparenza, l’accessibilità, l’affidabilità e la riduzione delle disuguaglianze.
Svolge ricerca scientifica applicata alla pratica clinica.
La sua missione:
Dare soddisfazione ai bisogni e alle aspettative di salute di cittadini minori ed alle loro famiglie gestendo al meglio le risorse disponibili, attraverso servizi sanitari di qualità e contribuendo alla realizzazione di un più globale progetto di salute.
La sua visione:
Sviluppare integrazioni ed alleanze sia all’interno dell’organizzazione sia all’esterno con il contesto locale, regionale, nazionale ed internazionale, per arricchire il capitale umano e professionale al fine di migliorare l’offerta dei servizi per la salute, in un’ottica di tensione continua al miglioramento dei prodotti e dei risultati.

GRANDI NOVITA’ PER LA GARA
PRS Group e Valtiberina Motorsport, hanno voluto dare una sterzata decisa, quasi un . . . “freno a mano”, alla gara. Per dare ad essa nuovi stimoli, per offrire ai piloti qualcosa di nuovo in un periodo decisamente ostico sotto l’aspetto economico. Il Rally avrà sempre la sua base a Sansepolcro, in provincia di Arezzo, dove è nato e indiscutibilmente cresciuto sino ad arrivare ad essere un vero riferimento per le gare italiane su fondo sterrato, anche precursore delle ronde sulle strade bianche.

Quest’anno, la 6^ Ronde Valtiberina sarà ancora più ricca di appeal, grazie ad una nuova Prova Speciale, il carattere più marcato di un evento rallistico, individuata in un percorso consegnato dalla storia della specialità. Un tracciato dove le sfide con il cronometro, i duelli si sono già consumati. Duelli di respiro mondiale, quando il “Sanremo” degli anni d’oro passava anche da Arezzo e provincia. E’ una pagina di storia che torna a sfogliarsi, che rinasce e che cerca di ripetersi in chiave moderna: Carlos Sainz, Juha Kankkunen, Miki Biason, sono soltanto alcuni dei “mostri sacri” del rallismo mondiale che hanno messo le ruote su quel tratto di strada, con il “Matador” che forse detiene il record assoluto con un “tempo” da brivido . . .
Saranno dunque 11,500 Km. da brivido, sia perché si pensa a chi vi ha corso sia perché anche oggi, con le vetture dell’ultima generazione, corrervi sarà certamente esaltante: percorsa per quattro volte, con applicato lo scarto del peggiore risultato (in deroga alle nuove regole federali del 2012 in quanto la serie Raceday è iniziata lo scorso novembre con il vecchio regolamento) avrà da offrire molti spunti di discussione.
Per adesso il nome della prova e la sua ubicazione non vengono svelati per ovvii motivi di sicurezza, al fine di evitare ricognizioni non consentite, cercando di conferire alla futura sfida sul campo la massima trasparenza e correttezza possibili.

UNA NUOVA ZONA ASSISTENZA
Sulla scia del rinnovamento, dei nuovi stimoli che si devono dare per guardare ad un orizzonte più chiaro, PRS Group e Valtiberina Motorsport, hanno pensato anche di rendere più snello ed apprezzabile l’intero format di gara. E’ stata individuata una nuova area assistenza, prevista sempre a Sansepolcro, nella zona industriale, dove le squadre partecipanti al rally potranno lavorare con una migliore qualità senza peraltro dare eccessivo disturbo alla vita cittadina nel fine settimana.

IL PROGRAMMA DI GARA
Chiusa la prima fase dell’arrivo delle iscrizioni, i motori si accenderanno sabato 3 marzo. Alla mattina, dalle 09,00 alle 12,30 sono previste le operazioni di verifica amministrativa e tecnica presso “Boninsegni srl”, in via Senese Aretina 300, Zona Ind.le S. Fiora – Sansepolcro (i turni verranno comunicati con Circolare Informativa e pubblicati sul sito web dell’organizzazione www.prsgroup.it). Dalle 11,00 alle 16,00 i concorrenti prenderanno confidenza con il percorso di gara con tre turni a testa di ricognizione sotto stretta sorveglianza di ufficiali di gara e Forze dell’Ordine ed ovviamente con vetture di serie.

IL VIA SABATO 3 MARZO ALLE 19,01, LE QUATTRO SFIDE SARANNO LA DOMENICA
Poi, motori accesi dalle ore 19,01, con la cerimonia di partenza, prevista a Sansepolcro, dopo la quale i concorrenti porteranno le rispettive vetture al riordinamento notturno in Piazza Torre di Berta e l’indomani, domenica 04 marzo animeranno i duelli a partire dalle 07,31 sino alle 17,20, quando sventolerà la bandiera a scacchi posta a Porta Fiorentina in Sansepolcro.

IL PERCORSO
Come già accennato, la lunghezza della Prova Speciale è di Km 11,500 circa da ripetere 4 volte per un totale di circa 45 Km, mentre la lunghezza totale del percorso di sarà di 295 Km. Sono previste quattro zone assistenza e cinque riordini a Sansepolcro, di cui uno notturno.

Il Quartier Generale dell’evento sarà presso la “Boninsegni Srl” mentre la Sala Stampa verrà allestita nel Motorhome PRS Group presso il Parco Assistenza.