Stagione Internazionale al Museo Bruschi

Dopo il clamoroso successo del pianista cinese Haochen Zhang (1° Premio al VAN CLIBURN International Piano Competition 2009 – USA) che ha strabiliato il pubblico grazie alla sua incredibile maestria musicale, arriva al Museo Ivan Bruschi in Corso Italia ad Arezzo il celebrato duo Sitkovetsky. Il concerto si doveva tenere il 3 Febbraio scorso ed è stato spostato, causa neve a Venerdì 16 Marzo. Il concerto è uno dei più attesi della stagione: il violinista Alexander Sitkovetsky e la pianista cinese Wu Qian hanno vinto uno dei Concorsi Internazionali più importanti al Mondo quello dedicato al “Trio di Trieste 2011”. Per vincere questo famoso Concorso di Musica da Camera i concorrenti devono superare una severissima selezione e solo un alto livello interpretativo ed esecutivo ha permesso al duo di sbaragliare la agguerrita concorrenza internazionale. Alexander Sitkovetsky è figlio d'arte in quanto nipote della pianista vincitrice del Concorso Chopin 1949 Bela Davidovich e di Dimitri Sitkovetsky, famoso violinista e direttore russo. Alexander è cresciuto in un ambiente musicalmente molto stimolante e ricco di importanti incontri come quello con Lord Yehudi Menuhin presso la cui Scuola si è formato il suo precoce talento. Lord Menuhin è stato fonte di grande inspirazione per Alexander e lo ha sempre appoggiato durante tutti gli anni della scuola. Hanno suonato insieme il Doppio Concerto per violino di Bach in Francia e in Belgio, e anche il Duo di Bartok al St James’s Palace di Londra. Nel 1996 Sitkovetsky ha suonato anche il Concerto di Mendelssohn a Budapest sotto la bacchetta di Lord Menuhin. Sempre presso la Scuola di Menuhin incontra la talentuosa pianista cinese Wu Qian insieme alla quale hanno tenuto recital in Duo in varie stagioni concertistiche in Germania, Italia, Estonia, alla Wigmore Hall di Londra e per altre società concertistiche inglesi, ma pure a New York. Il duo ha ricevto il prestigioso riconoscimento quale Menhuin Artists of the year in Gran Bretagna nel 2010.
Bellissimo il programma della serata, con alcuni dei massimi capolavori del repertorio per violino e pianoforte come la Sonata in la maggiore KV 305 di W. A Mozart, la Sonata n. 2 in la maggiore op. 100 di J. Brahms, la Sonata in la maggiore di C. Franck e la Tzsigane di M. Ravel.
Come sempre è consigliabile prenotarsi per poter assistere al concerto telefonando al museo Bruschi (0575 354126) o recandosi direttamente ai punti prevendita presso Vieri dischi in Corso Italia, 89 o la stessa Casa Museo di Ivan Bruschi in Corso Italia, 14.