La scambiano per una vipera e la uccidono invece è una biscia dal collare, specie protetta

Il giorno 16.06.2013 i Carabinieri intervenivano presso un’abitazione nel Comune di Lucignano per il ritrovamento di un serpente all’interno del giardino della casa.
Arrivati sul posto i Carabinieri di turno uccidevano il rettile scambiandolo, erroneamente, per un aspide. Invece, dalle foto originali, scattate sul luogo del fatto, è facilmente riconoscibile una innocua biscia dal collare (scientificamente natrix natrix). Tale specie, oltre a non essere assolutamente pericolosa, è anche protetta dalla L.R. della Toscana n. 65/2000 che ne vieta e sanziona l’uccisione e la cattura.
Le associazioni animaliste ed ambientaliste locali (WWF, ENPA e LAV), si rammaricano per quanto occorso. Sicuramente questo evento è il risultato della scarsa conoscenza della specie da parte di chi è intervenuto e che poteva essere evitato magari con l’intervento di persone specializzate che potevano riconoscere la biscia e semplicemente catturarla per poi liberarla subito dopo in un ambiente più consono.
Le scriventi associazioni si augurano che futuri interventi come questo vengano gestiti in maniera più corretta, al fine di non creare allarmismi tra la popolazione ed evitare la diffusione di atti di violenza nei confronti di specie innocue e meritevoli di tutela.