Arezzo: nuova base d’appoggio per il servizio di elisoccorso Pegaso

Pegaso - Arezzo

E’ stato siglato un accordo tra la Società SVILUPPO AEROPORTO AREZZO e INAER – società specializzata nei servizi di emergenza medica che gestisce  33 basi in Italia, tra cui quelle Toscane.

A seguito di questa intesa presso l’aeroporto cittadino, Elisoccorso Pegaso potrà atterrare  per fare rifornimento, svolgere le operazioni di assistenza al volo che, altrimenti, non potrebbe eseguire nelle piazzole degli ospedali. Tale novità porterà Pegaso ad agire in piena sicurezza nel vasto territorio aretino, con vantaggi agli utenti che avranno a disposizione un servizio sempre più efficiente.

Il servizio di soccorso Pegaso opera in Toscana da 15 anni con tre basi operative: Firenze, Grosseto, Massa Carrara. Per interventi nell’Aretino, fino ad oggi, Pegaso si doveva alzare in volo da Firenze o da Grosseto.

“Quando Pegaso interverrà nell’Aretino“ – spiega Francesco Simonetti del CdA di Sviluppo Aeroporto Arezzo – avrà nel nostro aeroporto un nuovo punto di riferimento. Potrà atterrare, fare rifornimento o compiere altre operazioni non possibili nelle altre piazzole della Provincia. L’aeroporto di Arezzo si dimostra ancora una volta un elemento strategico per il territorio: punto di riferimento Vigili del fuoco, Aeronautica e Protezione civile”.

L’accordo siglato ha decorrenza immediata e già da oggi Pegaso potrà atterrare, fare rifornimento e proseguire la sua corsa per soccorrere chi ha bisogno.