Armato di fucile e coltello, minaccia passanti e militari dell’Arma, arrestato

carabinieri macchina
carabinieri macchina

64ENNE DEL VALDARNO ARRESTATO PER PORTO ABUSIVO DI ARMI E OGGETTI ATTI AD OFFENDERE, VIOLENZA, MINACCIA E RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE

I Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini (AR) hanno tratto in arresto un 64enne del Valdarno per porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere, violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

Verso le 3.30 della decorsa notte alla Centrale Operativa della Compagnia di San Giovanni Valdarno perveniva una richiesta di intervento, perché in via Ponte Mocarini di Terranuova Bracciolini vi era una persona armata, che minacciava passanti.

Venivano fatte confluire sul posto oltre alla pattuglia della Stazione di Terranuova Bracciolini, anche quelle dell’Aliquota Radiomobile di San Giovanni Valdarno e delle Stazioni di Levane e Pergine Valdarno.

All’arrivo dei militari dell’Arma in via Mocarini l’uomo intimava loro di non avvicinarsi, minacciandoli con il fucile.

Dopo lunghi momenti di tensione dovuti all’agitazione dell’uomo, a fronte dei tentativi di tranquillizzarlo posti in essere dai militari dell’Arma, infine i  Carabinieri riuscivano a disarmarlo e bloccarlo, sequestrandogli un coltello della lunghezza di circa 30 centimetri e una carabina ad aria compressa “Diana” calibro 4,5.

Il 64enne veniva portato presso la Caserma Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini e, dopo gli accertamenti di rito, veniva tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Arezzo.