Bronzo agli italiani per la squadra di spada

Squadra spada B2
Nella foto da sinistra: Jacopo Peruzzi, Leonardo Cavini, Erik Peruzzi ed Alessandro Nespoli

Ottimo risultato degli spadisti promossi in serie B2. Lo scorso 26 Aprile erano in programma a Rovigo i Campionati Italiani a squadre di serie B e

serie C. Il Circolo Schermistico Aretino, al primo anno in questa categoria,grazie alla vittoria del campionato di serie C2 dello scorso anno, schierava in pedana la squadra composta dai maestri AlessandroNespoli, Jacopo ed Erik Peruzzi e dalla giovane promessa Leonardo Cavini. L’obiettivo di quest’anno era ambizioso: conquistare al primo  colpo la promozione in serie B. I nostri si dimostrano subito determinati araggiungerlo e nella fase a gironi si aggiudicano tutti e tre gli assaltivincendo contro Acireale per 45 a 35, contro Pinerolo per 45 a 37 econtro La Spezia per 45 a 20. In virtù di questi risultati la squadraamaranto si piazza al primo posto della classifica provvisoria e deveaffrontare di nuovo la squadra spezzina nell’assalto valido per l’accessonel tabellone dei play-off. Il match parte in salita ed i nostri non riescono a prendere il largo come avevano fatto nel turno precedente.

Squadra spada B2
Nella foto da sinistra: Jacopo Peruzzi, Leonardo Cavini, Erik Peruzzi ed Alessandro Nespoli

È un testa a testa fino alle frazioni conclusive in cui la nostra squadra riesce a portarsi avanti ed a chiudere ilmatch a proprio favore con il punteggio di 45 stoccate contro 40. L’assalto successivo, di nuovocontro Pinerolo, vale l’ingresso in semifinale e la promozione nella serie superiore. L’avvio ècauto, ma la squadra aretina costruisce il proprio vantaggio a poco a poco ed AlessandroNespoli si trova a chiudere l’ultima frazione con qualche stoccata di margine che gli consente diazzardare qualcosa e portare a casa la promozione. Il match si chiude 45 a 38. In semifinale è lasquadra di Cividale del Friuli a fermare la corsa della squadra aretina. I friulani vanno avanti diqualche punto, ma i nostri non riescono a ricucire lo strappo e perdono l’incontro per 45 a 37. Lefatiche non sono però ancora finite, c’è la medaglia di bronzo da giocarsi nella finale per il terzoe quarto posto contro la squadra di Bari. Determinati più che mai a non tornare a casa a manivuote gli spadisti aretini vanno subito avanti in un match che si dimostra a tratti molto nervoso,ma i nostri non perdono mai la concentrazione e riescono a piazzare la quarantacinquesimastoccata che vale il bronzo nazionale (45 a 33 lo score finale).

Grande soddisfazione tra le mura della sala d’armi di Piazza San Giusto per la seconda promozione in due anni consecutivi che si aggiunge a quella conquistata lo scorso anno dallasquadra di fioretto che tra qualche giorno sarà impegnata nel campionato di serie A2.