Camusso, su pensioni aprire grande vertenza pensando ai giovani

Firenze, 4 apr. (Labitalia) – ”Dobbiamo riaprire una grande vertenza sulle pensioni, e per farlo abbiamo bisogno di costruire alleanze, la prima con Cisl e Uil e il resto del mondo”. Lo ha detto Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, concludendo a Firenze i lavori del congresso nazionale di Filt-Cgil.
”Ma per farlo bisogna avere un’idea di cambiamento – ha aggiunto Camusso – perche’ tornare a come era una volta farebbe piacere a qualcuno, ma scaverebbe un solco con i giovani, con quelli che così una pensione dignitosa non ce l’avranno mai. Dobbiamo garantire ai lavoratori poveri, giovani, atipici, che anche loro concorreranno a una sistema che permetterà loro di avere una pensione dignitosa. Forse così costruiamo qualche alleanza, ma se sceglieremo questa strada al nostro congresso non sarà una passeggiata”.
”Nelle assemblee spesso ci hanno rimproverato che abbiamo fatto troppo poco quando il governo Monti fece la legge sulle pensioni. Su questo dobbiamo fare una riflessione – ha ricordato Camusso – ma era anche difficile in quel clima capire cosa fare. Quella sulle pensioni è stata oggettivamente una sconfitta”.
“Siamo d’accordo – ha chiarito – sulla politica della restituzione fiscale ai lavoratori, ma non basta; va fatta anche ai pensionati poveri, anche al mondo dell’incapienza, ed è giusto partire dal punto più basso, invertire la gerarchia del lavoro dove la fatica è la meno retribuita”.
”Siamo d’accordo sul fatto che si ridia fiato a imprese attraverso l’Irap, attraverso la tassazione delle rendite finanziarie, ma non possiamo fare un passo più avanti? Visto che abbiamo bisogno di risorse per gli investimenti, si potrebbe andare alla tassazione dei grandi patrimoni? La restituzione fiscale è importante – ha sottolineato Camusso – perche rimette in moto la domanda, ma abbiamo bisogno anche di risorse per investimenti. Dobbiamo sempre fermarci alla vigilia di una restituzione che non intacca chi ha ottenuto risultati positivi nella crisi a scapito di lavoratori e pensionati? Se facciamo questa cosa facciamola fino in fondo”.