Franco Fedeli inaugura l’installazione “Verve”

Franco Fedeli
Franco Fedeli

Le coloratissime opere ceramiche e pittoriche dell’artista aretino prendono vita e assumono nuovi significati tra gli oggetti di design in vendita. Prosegue così il connubio di arte&commercio sempre più gettonato tra gli operatori del centro storico

La promozione dell’arte passa anche dai negozi. Sabato prossimo, 24 maggio, presso il negozio Lapini, in corso Italia 70 ad Arezzo, l’artista aretino Franco Fedeli inaugura la sua installazione “Verve”. Un titolo pieno di energia, per rappresentare la grande vivacità cromatica ed espressiva delle opere esposte tra gli oggetti di design e modernariato in vendita. Sculture in legno policromo e coloratissime ceramiche realizzate a terzo fuoco, collage dinamici, piccoli lavori ad olio su vecchi cartoni e carte antiche trovano spazio in un percorso espositivo multiforme, che sintetizza gli sviluppi più recenti dell’attività di Fedeli.

Franco Fedeli
Franco Fedeli

Artista eclettico, vulcanico e sempre alla ricerca di nuovi materiali per dare sfogo alle proprie emozioni, Fedeli anche  in occasione di VERVE unisce estro creativo, vena poetica, ispirazione profonda, vivacità del colore e facondia nel far danzare le parole con il tratto. Nella mostra saranno presenti anche tre opere fotografiche inedite dell’architetto Nike Fedeli. Si rinnova così il connubio di arte e commercio che sta riscuotendo sempre maggiore successo: anche ad Arezzo sono sempre di più, infatti, i commercianti che ospitano nelle proprie vetrine opere di artisti più o meno noti, per dare un tocco di eleganza e creatività in più alla propria attività ma anche per promuovere i valori di bellezza e cultura. Nel caso della collaborazione con Fedeli, tra gli artisti aretini più noti a livello internazionale, protagonista anche della Biennale di Venezia, il negozio Lapini approfondisce un percorso concettuale già avviato con la sua recente ristrutturazione, dove al centro dell’interesse si pone l’oggetto quotidiano e la sua esaltazione pratica ed insieme estetica, nella convinzione che i linguaggi dell’arte e del design possano contribuire alla valorizzazione del vivere quotidiano in tutte le sue forme.