“I sapori di Campagna amica nel piatto Il buon mangiare a km zero”

Agriturismo campagna terra

“I sapori di Campagna amica nel piatto: Il buon mangiare a km zero” trovano una nuova sponda, un nuovo mattone da aggiungere alla costruzione della rete dei Ristoranti di Campagna Amica in Valdichiana e precisamente a Castiglion Fiorentino. La Rete che è un circuito che permette ai prodotti della filiera agricola italiana di essere adottati dai ristoratori, con la Fondazione Campagna Amica, a seguito dell’adesione delle strutture ad un rigido disciplinare, riconosce ai ristoranti accreditati il ruolo di “ambasciatori” del gusto e della qualità della vera cucina tradizionale concedendo il marchio “Campagna Amica nel Piatto”.

Tulio Marcelli, presidente di Coldiretti Arezzo e Toscana, segue da vicino il percorso di crescita di questo progetto e spiega che “in un banco al mercato, in un ristorante, in un agriturismo di Campagna Amica, la filosofia è la stessa:  si presenta l’assortimento della Filiera Agricola Italiana con il marchio Campagna Amica, vale a dire soltanto prodotti agricoli provenienti da campi e allevamenti italiani e venduti direttamente da un soggetto agricolo”. E’ quindi – insiste  – “una risposta concreta alle contraffazioni, ed è  garanzia della provenienza e dell’assoluta genuinità di tutti i prodotti proposti al pubblico. Pubblico che ora può trovare sempre più spesso questa positiva opportunità ad Arezzo”. Per i consumatori aretini entrare nel mondo di Campagna Amica – conclude il presidente Coldiretti – un mondo di cose buone, sicure e controllate, direttamente dalla campagna alla tavola: più scelta, tanto sapore in più, il bello di una spesa sostenibile ed eco-compatibile, la certezza di quello che mangiamo”

E allora, come funzione la “macchina” di Campagna Amica. In occasione del Talk show lo illustrerà Raffaella Cantagalli della Fondazione Campagna Amica nazionale.  “ Oggi siamo una Rete che conta oltre 10.000 punti di vendita diretta in tutta Italia. Oltre 15 milioni sono i cittadini che acquistano i nostri prodotti agricoli e italiani per un indotto che supera1,5 miliardi di euro.

Da circa 2 anni abbiamo voluto valorizzare l’impegno di tutti coloro che credono nell’importanza dei prodotti a km zero, come i ristoranti campagna amica nel piatto che si riforniscono all’interno della nostra rete, controllata, tracciata e quindi più sicura. Sono anche loro infatti che, attraverso il contatto diretto col cliente, diventano dei veri e propri ambasciatori del made in Italy e del km zero

 

 

Ma in che situazione trova nella provincia di Arezzo rispetto alla promozione di questa iniziativa? Insomma, quanto è Amica la Campagna sul nostro territorio? Qui interviene direttamente il direttore della Coldiretti di Arezzo, Mario Rossi: “Sotto il coordinamento della società che si chiama Agrimercato  – spiega – e che porta avanti il progetto Campagna Amica nella nostra provincia, abbiamo 90 aziende che sono fattorie di campagna amica, 20 agriturismi, 2 botteghe e 15 mercati di cui 8 stabili”. Secondo Rossi “questi numeri rappresentano un’ottima base di partenza per un ulteriore rilancio di un settore che sta sempre più trovando positivo riscontro nel pubblico dei cittadini, consumatori sempre più consapevoli e informati”.

 

Per il ristorante  “Babette trattoria toscana” di Castiglion Fiorentino, dove si tiene l’evento e che si presenta come primo ristorante di campagna amica della Valdichiana, l’adesione alla rete della Coldiretti è stato un passaggio automatico, vista la tradizione della  struttura. I titolari spiegano che da sempre il menu presenta piatti legati alla tradizione o rivisitati, ma a base esclusivamente di prodotti del territorio. I prodotti sono tutti rigorosamente toscani, ma con un occhio di riguardo alle eccellenze del territorio aretino.