India: ragazze uccise, polizia non ha fatto nulla perche’ erano ‘dalit’

118

Nuova Delhi, 30 mag. (Adnkronos) I familiari delle due adolescenti stuprate e poi impiccate nello stato indiano dell’Uttar Pradesh accusano la polizia di non aver fatto nulla per le ragazze quando hanno saputo che erano ‘dalit’, cioè intoccabili senza casta. “Quando sono andato a denunciare la scomparsa di mia figlia alla polizia, la prima cosa mi hanno chiesto a che casta appartenessi, quando hanno scoperto che venivo dalla casta più bassa, mi hanno cacciato e si sono rifiutati di cercare le ragazze”, ha detto alla Bbc il padere di una delle due adolescenti, due cugine che avevano 14 e 16 anni.
La polizia ha arrestato due uomini per lo stupro e l’omicidio delle due ragazze, ed i familiari affermano che la polizia “ha cercato invece di aiutare gli arrestati” che appartengono sempre alla casta più bassa, ma sarebbero in posizione gerarchicamente più alta al suo interno. Un agente sarebbe stato già arrestato per aver cercato di aiutare i sospetti, mentre si sta cercando un altro sospetto ed un altro agenti.
I vertici della polizia locali hanno assicurato che verrà condotta “un’inchiesta accurata” per verificare queste accuse di discriminazione in base alla casta. Nel villaggio di Katra Shahadatgani, teatro di questo ennesimo atto di violenza contro le donne indiane, il sistema delle caste, spiegano i residenti, svolge un ruolo importante nella gestione della vita sociale.