A San Giovanni Valdarno la nottebianca_9a

qt

Ecco la nona edizione della Notte bianca di San Giovanni Valdarno! Un appuntamento che ogni anno richiama alcune decine di migliaia di persone (l’anno scorso la punta record di 40.000 presenze): un evento straordinario che fonde cultura e cibo, arte e divertimento, performance contemporanee e teatro comico di strada, musica d’avanguardia e tecno scatenata.

Gran parte delle iniziative sono coordinate da due anni dalla Materiali Sonori.
Nella piazza della stazione c’è l’appuntamento con La notte dei diritti, dalle ore 20.30 cena in piazza a cura dei produttori dei Mercati della Terra del Valdarno con le associazioni Libera, Amnesty International, Soci Coop Sez. San Giovanni Valdarno “Il Cuore si scioglie”, Medicina C. E poi La Scena Muta presenta il DJ set di Lorenzo Hugolini (Martinicca Boison) e il concerto di La Fascia del Cotone. Da quella piazza partiranno anche le scorribande di Ciacciabanda Street Band.

La Notte dei giochi, sempre nei pressi di piazza Matteotti, vedrà l’Ingegneria del Buon Sollazzo in “Qui si gioca… ma non d’azzardo”, giochi di gruppo da tavolo, di abilità e precisione, antichi, tradizionali e inconsueti. Uno spazio organizzato da Ser.t Valdarno A.USL8 & “Gli Azzardati” Oratorio Don Bosco.
Nel centro storico vero e proprio, corso Italia e le due bellissime piazze centrali (Cavour e Masaccio) si svolge dalle 21 fino all’alba “La festa – Del teatro comico e della musica di strada e della speranza ritrovata”, che è in pratica la diciannovesima edizione del festival Europlà. Negli angoli più suggestivi o nel bel mezzo delle piazze potrete trovare: il Museo del Circo in “Arrivano i clown!!!”, Il Chiostro costumi di fuoco e manipolazione di fiamme,  il Circolabile in  “O… come Arachide”, Cantiere Ikrea in “Il gigante Briaco”. E poi la musica di Quartiere Tamburi diretti da Marzio Del Testa, ancora le “sguerguenze musicali itineranti” di Ciacciabanda Street Band; Plug And Play; Duo Medievalanze con Alice Chiari (violoncello e voce) e Antonio Scaramuzzino (chitarra e mandolino), Sunrise Acoustic, Desinarensemble. E ancora Le Bolle di Strudel & la Bottega del Mago e le performance “Face_Painting” a cura di Ulli Ulli, “Photo_Frame“ a cura di Blanket e “Linutilepalcoillumunato – Atto II” a cura del Collettivo Esenin.
Come l’anno scorso fu dedicata al Centenario di Boccaccio, anche quest’anno verrà presentata una produzione originale di “teatro diffuso” a cura di Materiali Sonori Theatron: “Delitti esemplari” da Max Aubi, ideato e diretto da Caterina Meniconi e Arlo Bigazzi con il sostegno degli attori e degli allievi delle compagnie Associazione Culturale Masaccio e Dritto e Rovescio.
La Nottebianca ovviamente non finisce qui: c’è la rete museale con tutte le sale aperte (da Casa Masaccio al Museo della Basilica al Museo delle Terre Nuove un percorso straordinario di arte antica, arte contemporanea e performance), la Black Zone in via Roma, la Notte del Tucano alle antiche mura, il mercatino e la notte dei bambini e molto altro ancora.