Via Madonna del Prato si tinge di arcobaleno

Seconda edizione 2014 per la festa “Via Madonna del Prato in arte”, che dopo il primo appuntamento del maggio scorso torna ad Arezzo domenica prossima, 22 giugno. L’evento, che gode del patrocinio del Comune di Arezzo, è inserito nel programma di iniziative “Arcobaleno d‘estate” promosso dalla Regione Toscana per il week end dal 20 al 22 giugno.

La regia è affidata come sempre alla Confcommercio, che ha stilato il programma con la collaborazione degli operatori commerciali della strada. Tema portante sarà l’arte in tutte le sue declinazioni: dalla pittura alla cucina, dalla creatività agli spettacoli. Chiusa interamente al traffico, i negozi aperti da mattina a sera, la strada accoglierà dunque eventi di grande fascino e coinvolgimento, per meritarsi ancora l’appellativo di “piccola Montmartre aretina”

Ad aprire la giornata ci saranno gli esponenti del Cenacolo degli Artisti, impegnati dalle 10 fino alle 20 nell’estemporanea di pittura che tradurrà sulle tele gli scorci più suggestivi della strada e i momenti più belli della festa. Ancora arte, ma sopra la testa dei passanti, quella dei grandi manifesti fotografici dedicati alle opere indoor di Icastica, che fino al 30 ottobre resteranno appesi lungo via Madonna del Prato per promuovere le sedi espositive della rassegna d’arte contemporanea organizzata dal Comune di Arezzo.

Proprio all’arte contemporanea, nei suoi aspetti più curiosi e apparentemente meno comprensibili, saranno dedicati i divertenti laboratori gratuiti per bambini presso la libreria Casa dell’Albero. Alle ore 11 “Questa non è una pipa”, per imparare a realizzare collage ispirati alle opere surrealiste di Magritte (per bambini dai 3 ai 6 anni); alle ore 17 c’è invece “La stanza di Magritte”, per realizzare camerette in perfetto “stile surrealista” partendo dall’opera “Les Valeurs personnelles” (per bambini dai 6 ai 10 anni). Ci saranno poi altri atelier creativi, sempre gratuiti, ispirati alle invenzioni di Leonardo da Vinci.

Ancora divertimento per grandi e piccoli (dalle ore 10 alle 13, poi dalle 16 alle 20) con le esibizioni itineranti di giocolieri e trampolieri, mimi e prestigiatori, che trasformeranno la strada in una sorta di grande circo a cielo aperto. Ci saranno anche gli scultori di palloncini, i truccatori per i più piccoli e gli artisti pronti a fare in pochi minuti un ritratto-caricatura, in perfetto stile parigino.

Ad interpretare egregiamente l’arte culinaria arriverà la Banda dei Piccoli Chef della Lilt, che metterà i bambini al lavoro, con le mani in pasta, per imparare a cucinare e mangiare bene, trasformando l’educazione alimentare in un gioco collettivo.

Nel pomeriggio, dalle ore 17.30 in poi, ci sarà anche la musica dal vivo con il jazz dei Cool Five. Nei bar e nei ristoranti di via Madonna del Prato e aree limitrofe sarà possibile gustare aperitivi e speciali menù “Arcobaleno”, mentre i negozi per l’occasione arricchiranno lo shopping con omaggi e offerte speciali.

Tra le novità dell’edizione di giugno di “Via Madonna del Prato”, la proposta degli studenti del Liceo Artistico “Piero della Francesca” di Arezzo, che allestiranno una mostra delle loro creazioni lungo via San Francesco, il breve tratto che collega via Madonna del Prato a piazza San Francesco. Abiti, gioielli, quadri e sculture uscite dalla creatività dei giovanissimi allievi dell’istituto d’arte, e realizzati grazie al consorzio Arezzo Fashion, troveranno adeguata collocazione accanto alle mura dei palazzi antichi e della Basilica francescana, a due passi dagli affreschi di Piero della Francesca. A dimostrazione che gusto, arte e passione per il bello non hanno tempo.

LE DICHIARAZIONI

“Via Madonna del Prato in Arte” è stata presentata ufficialmente questa mattina (mercoledì 18 giugno) durante la conferenza stampa presso il Palazzo Comunale di Arezzo, alla presenza dell’assessore alla cultura Pasquale Giuseppe Macrì, della presidente della Confcommercio Anna Lapini con il direttore Franco Marinoni e della presidente del Consorzio Arezzo Fashion Carla Nassini. “Via Madonna del Prato conferma la sua vocazione di strada per l’arte. Un’operazione di restyling qualitativo che in questi anni le ha portato bene: da “parente povera” del corso Italia, grazie a proposte imprenditoriali innovative e creative è riuscita a diventare una strada per lo shopping di qualità, che nulla ha da invidiare al borgo maestro, anzi”, ha detto il direttore della Confocmmercio Franco Marinoni, “manifestazioni come quella di domenica prossima vanno nella direzione di ricucire la divisione tra parte alta e parte bassa del centro storico, tra la città dei turisti e quella dei residenti. Un’operazione in cui le attività economiche hanno un ruolo fondamentale”.

L’iniziativa conta su un programma intelligente e pertinente, incentrato sull’arte, che sviluppa il progetto di Icastica e lo rende fruibile ai bambini, perché è da piccoli che si imparano meglio le lingue, compreso il linguaggio artistico”, ha dichiarato l’assessore alla cultura Pasquale Giuseppe Macrì, “Confcommercio e gli operatori della strada hanno colto in pieno uno degli obiettivi che ci siamo prefissati con Icastica, ovvero coinvolgere anche le componenti produttive della città nel progetto artistico. Ad Arezzo ora c’è una strada dedicata all’arte. Mi piacerebbe per il prossimo anno crearne una dedicata ai diritti, perché bellezza e rispetto dei diritti sono fondamentali in una società che vuole vivere bene”.
Il Liceo Artistico “Piero della Francesca è una fucina di talenti e di creatività che mettiamo volentieri a disposizione della città”, ha detto Carla Nassini, presidente del Consorzio Arezzo Fashion di cui il Liceo è capofila con l’obiettivo di tutelare e promuovere le idee degli studenti, “per il prossimo anno”, ha proposto all’assessore Macrì, “ci piacerebbe essere coinvolti in un progetto che spinga i nostri studenti a lavorare sul tema della prossima rassegna di Icastica”. “Non c’è solo la gastronomia fare da richiamo facile per il grande pubblico. Quando le idee ci sono e sono buone, la gente si lascia coinvolgere lo stesso e con piacere. Ce lo dimostra il successo della festa di via Madonna del Prato, che ruota attorno alla proposta culturale legata all’arte”, ha sottolineato la presidente della Confcommercio Anna Lapini, “la strada, per le sue dimensioni raccolte e la tipologia delle sue attività, si presta bene a diventare una galleria d’arte a cielo aperto. Gli operatori poi hanno saputo declinare con creatività il tema della manifestazione, offrendo ogni volta un intrattenimento all’altezza delle aspettative”.

Domenica 22 giugno 2014 – Il programma

PITTURA

Ore 10-20

Estemporanea “Scorci di Via Madonna del Prato”

In collaborazione con Cenacolo degli artisti

ARTE CONTEMPORANEA

Fino al 30 ottobre

Mostra fotografica delle opere indoor della rassegna d’arte contemporanea

In collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Arezzo

ARTISTI DI STRADA

Ore 10-13 e 16-20

Giocolieri e trampolieri

Caricaturista

Mimo

Spettacoli di magia

Truccabimbi e palloncini

in collaborazione con Animazione Polvere di Stelle

MUSICA

Dalle 17.30

Jazz e intrattenimento musicale con i Cool Five

ARTE E BAMBINI

Atelier creativi e giochi ispirati a “Leonardo Da Vinci”

In collaborazione con La Casa sull’Albero

Ore 11.00

“Questa non è una pipa”

Atelier creativo rivolto a bambini dai 3 ai 6 anni. All’interno del laboratorio verranno realizzati dei collage ispirati alle opere surrealiste di Magritte!

Ore 17.00

“La stanza di Magritte!”

Atelier creativo rivolto a bambini dai 6 ai 10 anni

A partire da “Les Valeurs personnelles” verranno realizzate delle camerette surrealiste

in perfetto stile Magritte

ARTE E CUCINA

Ore 10-13 e 16-20

Laboratori di cucina creativa con particolare cura e attenzione all’alimentazione

In collaborazione con La Banda dei piccoli chef