La ‘Voce di Arezzo’ attraverso i secoli

Lorenzo Donato - Vox Cordis

Sabato 17 maggio alle ore 20.20 presso la Cattedrale di Arezzo serata dedicata ai musicisti e compositori aretini: dalle innovazioni di Guido d’Arezzo al Cinquecento di Girolamo Bartei e Paolo Aretino fino alle opere contemporanee nell’interpretazione dell’Insieme Vocale Vox Cordis diretto dal maestro Lorenzo Donati. Introduce la serata il musicologo Claudio Santori. Ingresso libero e gratuito

Quasi mille anni di storia musicale aretina da passare in rassegna in una sola serata. È questo l’ambizioso obiettivo del prossimo appuntamento del festival di musica corale “Diventinventi”, in programma domani (sabato 17 maggio) dalle ore 20.20 presso la Cattedrale di Arezzo.

Lo spettacolo, dedicato alle “Voci di Arezzo”, sarà introdotto dal musicologo Claudio Santori che ripercorrerà in breve la vita e le opere dei più importanti musicisti aretini. Dalle innovazioni di Guido d’Arezzo passando per il Cinquecento di Girolamo Bartei e Paolo Aretino o il Seicento di Marc’Antonio Cesti,  fino ad arrivare a Burali Forti e ai compositori contemporanei, Santori presenterà le pagine più belle che legano la storia della città alla grande musica corale di tutti i tempi.

A seguire, il concerto dell’Insieme Vocale Vox Cordis, diretto dal maestro Lorenzo Donati nell’interpretazione di canti gregoriani (Ut queant laxis) e brani dal repertorio dell’agostiniano Girolamo Bartei (Missa “Laetentur Coeli “ e “La Battaglia”) e di Francesco Corteccia (Caligaverunt oculi mei).

L’ensemble aretino, reduce dagli splendidi risultati conseguiti al 50° International Choral Festival di Montreux in Svizzera (secondo premio nella categoria cori misti e secondo posto nella categoria voci pari), eseguirà anche due brani scritti dallo stesso Lorenzo Donati: il Magnificat

e il Canto del Fuoco, che nel concorso svizzero si è guadagnato il premio assoluto come migliore composizione. Una soddisfazione che Vox Cordis intende ora condividere con la città.

La serata, dall’ingresso libero e gratuito, è inserita nell’ambito della rassegna “Diventinventi” ideata dall’associazione Insieme Vocale Vox Cordis con il patrocinio di Provincia e Comune di Arezzo.