Bper: borse studio ‘Fondazione centenario’, consegnati i premi

Roma, 27 mar. (AdnKronos) – Si è svolta ieri pomeriggio al Forum “Guido Monzani” di Modena la cerimonia di consegna delle borse di studio “Fondazione Centenario” della Banca popolare dell’Emilia Romagna destinate a studenti meritevoli delle province di Modena, Sassuolo, Carpi, Vignola, Milano, Padova e Verona. Erano presenti l’Assessore alla Cultura e Rapporti con l’Università e la Scuola di Modena, Gianpietro Cavazza, il comandante dell’Accademia Militare di Modena, Gen. Salvatore Camporeale, i Dirigenti Prof. Alberto De Mizio, dell’Istituto Cattaneo-Deledda e Guarini, il Prof. Roberto Cavalieri dell’Istituto Barozzi e la Prof.ssa Paola Marcialis dell’Istituto Agrario Alberghiero Spallanzani di Castelfranco Emilia.
Hanno presenziato per Banca popolare dell’Emilia Romagna il vice Presidente, Luigi Odorici, il Responsabile della Direzione Territoriale Emilia Centro, Tarcisio Fornaciari e il Responsabile Retail dell’Area Territoriale Verona, Gabriele Dalboni.
Hanno ricevuto borse di studio del valore di 500 euro l’una 27 studenti ancora frequentati istituti scolastici superiori e del valore di 700 euro l’una 11 diplomati della provincia di Modena. Per le province lombardo-venete sono stati, invece, premiati 10 studenti con borse di studio sempre del valore di 500 euro e 1 studente con una del valore di 700 euro.
I premi sono stati assegnati agli studenti di scuola media superiore che nell’anno scolastico 2012-2013 hanno ottenuto ottimi risultati: una votazione media in tutte le materie non inferiore ai 8/10 o il voto all’esame di maturità non inferiore a 95/100.
Il premio, che giunge quest’anno alla 48^ edizione, venne istituito nel 1967 in occasione della ricorrenza del Centenario della fondazione della Banca popolare dell’Emilia Romagna (allora Banca popolare di Modena) ed è oggi esteso a tutti gli studenti delle province italiane in cui la banca è presente.
Sono 192 complessivamente le borse di studio che Bper ha assegnato quest’anno agli studenti delle scuole superiori, ad ulteriore testimonianza dell’attenzione che la Banca popolare dell’Emilia Romagna riserva al territorio, di cui è parte anche questo proficuo e storico rapporto con il mondo della scuola.