Pioli: “Se finisse oggi il campionato della Lazio sarebbe fallimentare”

Roma, 21 nov. – (AdnKronos) – “La squadra non è scarica, ma non ha avuto l’atteggiamento necessario per ottenere i risultati positivi. Non stiamo ottenendo quello che vogliamo, se finisse oggi il campionato sarebbe un fallimento per tutti: per me, per i calciatori e per la società”. Il tecnico della Lazio Stefano Pioli ammette il negativo avvio di campionato della sua squadra, al momento al settimo posto in classifica con 18 punti in 12 partite, frutto di 6 vittorie e 6 sconfitte.
“Mancano ancora tante partite, da qui in avanti voglio vedere sempre in campo lo spirito giusto, quello necessario per vincere -aggiunge Pioli in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Palermo-. Abbiamo sfruttato la sosta per riflettere e lavorare, ma mi sono stancato di dire che la squadra ha lavorato bene. Voglio vedere domani il carattere e la determinazione giusti. Dobbiamo migliorare, la classifica non è quella che vogliamo perché non rispecchia i nostri valori. Serve il carattere giusto, nel calcio la qualità non basta”.
L’allenatore biancoceleste sottolinea le proprie responsabilità nel difficile momento dei suoi: “Sono io che motivo e scelgo i giocatori, quelli che entrano in campo dall’inizio e quelli a gara in corso, quindi mi sento responsabile. In tante situazioni dovevamo portare a casa qualcosa e non ci siamo riusciti. Abbiamo talento e qualità importanti ma da sempre è l’atteggiamento a fare la differenza nello sport e noi spesso non l’abbiamo avuto, nessuno se lo può più permettere. Non se lo possono permettere i calciatori e nemmeno io”.