20° Memeorial Annetti tra Spettacolo e Amarezza

1149
Memorial Annetti
Memorial Annetti

Inizia la mattina di questo 13 novembre con grande entusiasmo nonostante la nebbia ed il freddo umido, riscaldato da oltre 350 atleti che hanno poi partecipato alla competizione.

L’amarezza che non vorresti mai provare , quella di essere informato durante la competizione che alcuni atleti alla testa della corsa hanno sbagliato percorso  nei tratti in cui sembrava tutto facile con le indicazioni segnalate in ben evidenza, qualcuno per divertirsi o peggio ancora per umiliare la società organizzatrice ed i genitori di Gabriele Annetti, hanno creato scompiglio nel tracciato modificandone le indicazioni del percorso.

Addirittura alcune indicazioni prima sbagliate e poi ripristinate non si sa come e da chi
,

forse questi soggetti “ frustrati” non sanno come impiegare il proprio tempo e non si rendono conto quanto impegno viene impiegato per realizzare una manifestazione di questo livello.

Forse questi soggetti non sanno cosa significa ricordare un figlio :
perché è bene che si sappia, i genitori di Gabriele Annetti insieme alla Polisportiva Policiano hanno dato il meglio di se stessi sia dal punto di vista economico (pensate il 95% degli iscritti non hanno pagato Iscrizioni, i premi posti in palio erano tanti e di valore) che dal punto di vista organizzativo, impegnando risorse umane prima durante e dopo la manifestazione per realizzare un percorso duro ma al tempo stesso spettacolare.

Abbiamo provato rabbia ed amarezza quando all’arrivo, per fortuna soltanto qualche caso sporadico è uscito con espressioni poco gentili se non addirittura volgari, pur sapendo che è impossibile presidiare 22 km di percorso.

Lasciamo questo spazio, doveroso di cronaca, e andare a vedere con tutte le problematiche l’ordine di arrivo della km 12 (forse quella con situazioni più complicate ) e la km 22 forse con qualche distinguo sulla classifica reale.

Nella classifica della km 22 Edimaro Donnini specialista delle Ultramaratone ha vinto davanti a Simone Menchetti e Daniele Brezzi (quest’ultimo favorito alla vigilia) è stato forse il più penalizzato .

In campo femminile vittoria di Cecilia Polci su Daniela Furlani e Patrizia Lacrimini.

Come abbiamo detto con tutte le difficoltà del caso abbiamo realizzato la premiazione e poi molti hanno approfittato della Sagra della Pappardella alla Lepre per gustarsi delle pietanze favolose.

Hanno lasciato la frazione di Policiano con un sorriso ,vista l’accoglienza ed il servizio prestato.

Piccolo break per rifocillarci e poi di nuovo in campo con le gare del settore giovanile.

 Circa 100 atleti hanno dato vita a gare molto entusiasmanti e spettacolari alle ore 17,00 prima delle premiazioni, è stata consegnata dalla Polisportiva Policiano una composizione floreale al padre di Gabriele.

Le premiazioni che sono seguite hanno evidenziato le società giovanili più numerose 1^ Polisportiva Avis S.sepolcro,a seguire Podistica il Campino,Atletica Casentino Poppi,Pol. Chianciano e Atletica Futura.
Poi è stata la volta dei ragazzi a cui è stato dato a tutti un simpatico Zaino coppe o targhe o medaglie.

La conclusione della Giornata, molto intensa, si è completata con una festa all’interno della Sagra con un brindisi di augurio per le prossime iniziative che la Polisportiva dovrà affrontare pur senza difficoltà.