Arezzo, striscione di CasaPound: basta degrado, fuori l’amianto da via Malpighi

degrado casapound
degrado casapound
Arezzo, 19 lug – “Basta degrado, fuori l’amianto da via Malpighi. Subito”. È il testo dello striscione appeso questa notte da CasaPound Arezzo in via Malpighi per richiedere l’immediata rimozione del cemento di amianto dai tetti delle case popolari nonché la pronta bonifica dei giardini dove quotidianamente giocano i bambini della zona e dove adesso sono sparsi pezzi di eternit.
“Dopo la tempesta di grandine e pioggia che si è abbattuta su Arezzo ancora nessun intervento da parte delle autorità preposte è stato effettuato da queste parti – dichiara CasaPound in una nota – e dire che sono anni che i residenti di via Malpighi sono costretti a vivere in questo stato vergognoso e chiedono giustamente un intervento da parte di Arezzo Casa, fin qui mai arrivato”.
“Le soluzioni temporanee come le coperture in plastica – afferma CasaPound – sono inaccettabili e hanno già mostrato falle prevedibili, è quindi necessaria un’immediata riqualifica, seria ed efficace, che bypassi una burocrazia macchinosa che sta soltanto generando ulteriori danni ai cittadini che già per troppo tempo hanno dovuto vivere con l’amianto sopra le proprie teste”.
“Auspichiamo che il nuovo cda di Arezzo Casa – conclude CasaPound – si dimostri celere con i lavori da effettuare e riceva una pronta collaborazione da parte del Comune, anche in ottemperanza all’ordinanza della Asl che giudica prioritario l’intervento in via Malpighi”.