KILOWATT FESTIVAL

kilowatta-festival
kilowatta-festival

L’incontro pubblico di Lessico Contemporaneo, il debutto nazionale di Kamyon e la prima giornata dei Visionari, assieme al Giro del mondo del Teatro Sotterraneo.

La giornata di Kilowatt inizia con Lessico Contemporaneo, dalle 15 alle 18 presso Palazzo delle Laudi.

Ideato da C.Re.S.Co. (Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea), l’incontro si domanda quali siano le visioni e le linee guida di chi crea il contemporaneo oggi. Artisti dello spettacolo dal vivo e studiosi riflettono su se stessi, condividendo reciproche sensibilità e poetiche. La partecipazione a C.Re.S.Co., di cui Kilowatt è socio fondatore, rappresenta il lato sociale della partecipazione di CapoTrave/Kilowatt ai network. Qui non ci sono spettacoli da produrre o da distribuire, ma lo sviluppo di una rete di soggetti nazionali attivi sulla scena contemporanea (teatro e danza) che collaborano allo scopo di creare massa critica e diventare soggetti politici – nell’interlocuzione con enti pubblici e istituzioni – e poetici – nel ripensare insieme ciò che è contemporaneo oggi.

Si conclude  oggi alle ore 18,30, in Piazza Garibaldi,  KILOW’ART, il progetto di arti visive a cura di Saverio Verini, che ospita quest’anno Pietro Gaglianò con il progetto Nuova Didattica Popolare, in coproduzione con Guilmi Art Project.

Grande evento l’atteso debutto nazionale di Michael De Cock con “Kamyon”, uno spettacolo che parla delle attuali migrazioni dal Medio Oriente all’Europa, (San Puccio, da mercoledì 20 a venerdì 22 luglio, ore 18,30), prodotto nell’ambito del  progetto europeo “Be SpectACTive!”, finanziato all’interno del Programma Cultura “Creative Europe” dell’Unione Europea, di cui sono capofila il Comune di Sansepolcro e CapoTrave/Kilowatt. Seduti in un camion che è stato ricostruito come spazio teatrale per un massimo di 45 persone, gli spettatori sperimenteranno la condizione di una giovane ragazza, in viaggio verso la terra promessa. Michael De Cock, direttore del KVS (Teatro Reale Fiammingo) a Bruxelles, ha scritto articoli, libri e spettacoli teatrali sulla base di sue interviste con rifugiati e richiedenti asilo.

 

Inizia oggi uno degli appuntamenti principali di Kilowatt, quello con la selezione degli spettacoli scelti dai Visionari, progetto che ha consentito a Kilowatt Festival di vincere il PREMIO UBU 2010, per “L’attività di sguardi incrociati tra pubblico, artisti e critici in cui è nascosta la forza eversiva di un punto di vista davvero nuovo”.

Apre le tre giornate dedicate alla selezione (Teatro alla Misericordia, ore 20.45) Teatro dei Gordi, giovane compagnia nata nel 2010 da 15 artisti diplomati all’Accademia Paolo Grassi, che racconterà, attraverso maschere di cartapesta contemporanee, senza parole, una storia ironica e poetica sulla morte in “Sulla morte senza esagerare”.

A seguire, presso l’ Auditorium Santa Chiara (ore 22.10), Proxima Res con “Fuorigioco” la narrazione di ciò che avviene nell’appartamento vicino a quello del protagonista durante la semifinale degli europei 2012.

Sulla spiaggia di Kilowatt, alle ore 22,05, dopo la diffusione sonora della poesia di Mariangela Gualtieri, Teatro Sotterraneo,  collettivo di ricerca teatrale vincitore di numerosi riconoscimenti quali il  Premio Lo Straniero, Premio Speciale Ubu, Premio Hystrio-Castel dei Mondi mette in scena “Il giro del mondo in  80 giorni”. In questo spettacolo la nota vicenda del un gentleman londinese che compie per scommessa un viaggio intorno al pianeta è raccontata con due narratori, un tabellone in forma di planisfero e un dj che sonorizza l’intero spettacolo, una rivisitazione originale dove il romanzo diventa un gioco interattivo col pubblico e quiz e test scandiscono la narrazione.

Ilenia Romano, giovane ma già affermata danzatrice in forza in diverse compagnie come Compagnia Zappalà Danza, Aldes Roberto Castello, Micha Van Hoecke presenta, con “Onewomanclichéshow(Teatro alla Misericordia, ore 23.20) il tentativo di esorcizzazione dello stereotipo, una sorridente affermazione e accettazione dell’essere cliché vivente.

Grande conclusione della giornata il concerto di Ginevra Di Marco, una delle voci femminili italiane più belle e amate, massima esponente della world music e del nuovo folk italiano, ex componente dei CSI, dal 2009 al 2013 protagonista dello spettacolo con Margherita Hack “L’anima della terra vista dalle stelle”, che si esibirà assieme a Osaka Flu a Palazzo delle Laudi alle ore 23,30 per il progetto Prospettiva Rock.

 

Si consiglia la prenotazione al contattando il numero 3394074895 oppure scrivendo a biglietteria@kilowattfestival.it

Per la visione del programma completo potete consultare il sito www.kilowattfestival.it

 

KILOWATT FESTIVAL

Teatro alla Misericordia,

Via della Misericordia 19, 52037 Sansepolcro (Ar)

[email protected]

[email protected]

telefono: 0575.733063 – 339.4074895

Facebook: http://facebook.com/kilowattfestival

Twitter: http://twitter.com/KilowattArt

 

PREZZI SPETTACOLI

Ingresso singolo spettacolo € 9,00

Ingresso ridotto under 25: € 6,00

Ingresso singolo spettacolo per i possessori della Kilowatt Card 2016: € 6,00

La Kilowatt Card è nominale, non cedibile e può essere acquistata alle biglietterie al prezzo di: € 5,00

Spettacoli in Piazza Torre di Berta: ingresso libero (€ 2,00 noleggio sdraio)

 

PRENOTAZIONI

Prenotazioni e acquisto biglietti presso Teatro alla Misericordia o Libreria del Frattempo

e – mail [email protected]

339.4074895