Santo Spirito senza cavalli: Il Rettore “In Giostra solo i figuranti”

Giostra del Saracino - lancia d'oro

A dieci giorni alle prove in piazza della Giostra del Saracino di giugno un quartiere, Porta Santo Spirito, resta appiedato a causa della positività ad un test di anemia infettiva degli equidi riscontrata su un cavallo che si trovava all’interno delle scuderie Edo Gori.

Sconforto ai Bastioni con il Rettore Ezio Gori che annuncia la partecipazione in giostra con i soli figuranti.

Ecco il comunicato stampa di Porta Santo Spirito

Un quartiere colpito duramente. Così il rettore di Porta Santo Spirito Ezio Gori, nell’annunciare la notizia della positività di un cavallo delle sue scuderie al test di anemia infettiva degli equidi, parla dell’evento che rischia di appiedare i suoi giostratori a pochi giorni dalla prima edizione della manifestazione. “Abbiamo compiuto le analisi in base alla nuova normativa, entrata in vigore il 26 aprile, ed è stata rilevata solo su uno dei nostri soggetti una positività, confermata anche dal successivo test di verifica compiuto a Roma – racconta Gori. Il cavallo è stato posto sotto sequestro ed immediatamente isolato, senza più avere alcun contatto con i restanti soggetti presenti alle nostre scuderie nel rispetto della normativa vigente. Tutti gli altri equidi presenti alle scuderie del Quartiere sono stati sottoposti ai test risultando tutti negativi, resta il fatto che non possono comunque uscire dalle stesse. Siamo in contatto con una associazione specializzata nel ricovero di soggetti colpiti da questo tipo di anemia infettiva evitando così l’abbattimento dell’animale”.

La malattia, che si chiama Anemia Infettiva di origine virale degli Equini per oltre il 90% dei casi decorre in modo inapparente, senza sintomi clinici e senza alterazione dei valori ematici di riferimento. Nella restante percentuale può avere una sintomatologia acuta ma più spesso cronica. Si trasmette attraverso insetti  ematofagi (in particolar modo tafani) oppure per via iatrogena, negli Usa si sostiene che la forma di contagio sia quasi esclusivamente quest’ultima. La trasmissione avviene da animali che hanno una forma acuta in quanto in questi casi la viremia è alta. L’incubazione per la produzione di anticorpi nel soggetto varia da 35 a 45 giorni. Il 26 aprile 2016 il Ministero della Salute, attraverso il piano per la sorveglianza ed il controllo dell’anemia infettiva degli equidi, ha previsto, attraverso la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale l’obbligo del test. L’obbligatorietà dell’esame è stato in vigore fino al 2012 e riattivato a partire dallo scorso 26 aprile.

giostra_saracino_28

Il Rettore della Colombina rammaricato per la vicenda conclude : “Pur consapevoli della pericolosità praticamente nulla del contagio in queste condizioni il Quartiere, in assenza di soluzioni alternative condivise con le autorità competenti, sarà costretto ad entrare in piazza solo con la compagine dei figuranti ma senza poter partecipare alle carriere con i propri giostratori”, conclude Ezio Gori.