Politica: dal Msi a Fratelli d’Italia, 71 anni di ‘Destra senza veli’/Adnkronos

337

Roma, 19 feb. (AdnKronos) – Dal Movimento sociale a Fratelli d’Italia, dal 1946 ad oggi, 71 anni di ‘Destra senza veli’. Si intitola così l’ultima fatica (e non è soltanto un modo di dire viste la consistenza e le dimensioni dell’opera) di Adalberto Baldoni, giornalista e saggista che da “cronista scrupoloso e obiettivo alla ricerca della verità” ricostruisce le vicende iniziate nell’immediato dopoguerra, con la fondazione del Msi, il 26 dicembre del 1946 nello studio del notaio Renato Michelini, padre di Arturo, e terminate con la diaspora che anche in queste ore si cerca di superare, cercando di far nascere nuove formazioni che si richiamano alla tradizione e alle esperienze vissute in questo settantennio.
Anche se, scrive Gennaro Malgieri nella prefazione del libro, “verosimilmente le possibilità della ricomposizione di un soggetto politico unitario di destra in Italia non esistono più, almeno in tempi ragionevolmente brevi”. Diventa così inevitabile, leggendo le quasi settecento pagine dell’opera, edita da Fergen, veder emergere la contrapposizione tra un Movimento sociale che “‘doveva’ nascere” e “il fallimento politico e culturale di Alleanza nazionale”.
Certo, avverte ancora Malgieri, il libro di Baldoni non dà risposte che valgano per tutti, soprattutto ad una domanda fondamentale: “Da quando s’è eclissata, i nostri giorni sono segnati da balbettii incomprensibili che fanno capire a tutti come la politica sia un’altra cosa. Poteva la destra sottrarsi a questo destino? Personalmente -nota invece Malgieri- credo di sì, poteva e doveva sottrarsi”.