Ambiente: Filctem, bioshopper scelta civile, riduce anche costo bonifica

30

Roma, 3 gen. (AdnKronos) – “Dopo l’entrata in vigore, il primo gennaio, dell’obbligo dei sacchetti biodegradabili e compostabili per la frutta, verdura e medicinali, ho letto sui giornali un eccessivo interesse sulla valutazione economica dell’operazione. Quella che ritengo essere, invece, una scelta di grande valore per la filiera dei rifiuti e per lo sviluppo della economia sostenibile”. Ad affermarlo in una nota è Sergio Cardinali della Filctem Cgil.
Il sindacato, rileva, “ha, dunque, il dovere di promuovere un’informazione corretta e reale su una legge che, oltre a recepire una normativa europea, permette di ridurre la presenza di plastiche tradizionali e che, nel medio periodo, ridurrà anche i costi di bonifica. Soprattutto se si considera che il solo riutilizzo del sacchetto per la frazione umida dei rifiuti, annullerebbe il costo dello stesso”.