Anziani: morto l’uomo più vecchio d’Italia, aveva 110 anni

Trento, 12 dic. (Adnkronos Salute) – E’ morto Luigi Tomasi di Ala, in provincia di Trento, che con 110 anni compiuti nemmeno 2 mesi fa era l’uomo più anziano d’Italia. Era nato il 17 ottobre 1908 e dall’agosto 2015 frequentava il Centro anziani gestito dalla comunità della Vallagarina.
Tomasi ha attraversato un secolo e due guerre mondiali. I primi anni li ha trascorsi con la famiglia (7 tra fratelli e sorelle) a Maso Corona vicino ad Ala. Tutti lavoravano la terra di proprietà della famiglia Debiasi che aveva a proprio carico 27 famiglie di mezzadri. Luigi aveva 7 anni quando scoppiò la Prima guerra mondiale. Nel 1917 la madre con i figli venne sfollata a Savona, dove si ammalò e morì quando Luigi aveva 11 anni. Durante la Seconda guerra mondiale Tomasi combattè in Francia sul Colle della Maddalena. Poi arrivò il congedo previsto per i padri di famiglia con almeno 4 figli (ne ha avuti 8 con Maria Bazzanella) e Luigi tornò nei campi. Nel frattempo i conti Malfatti per i quali lavorava furono costretti a vendere i loro poderi, con una buonuscita per Luigi di 3 ettari di terra. La terra che coltiverà fino a 80 anni.