Carnevale: per festeggiarlo in Veneto non c’è solo Venezia (2)

(AdnKronos) – Ma a parte Venezia esistono molti eventi carnascialeschi in Veneto che sono figli della tradizione più pura. Ecco un piccolo vademecum. A Cortina ad esempio si svolge il Carnevale Ampezzano. Martedì Grasso lo si festeggia con i classici Carri dei sestieri di Cortina con giocolieri ed artisti di strada per la gioia dei bambini.
A Verona invece tutto gravita attorno al Re del Gnoco: la festa è partita il 9 febbraio, “venerdì gnocolar” si dice, per poi arrivare al gran finale di martedì con i carri mascherati in quartiere Porto San Pancrazio, la Festa della Mascherina del Castaldo de la Cioda e, alle 19.30, il Ballo in Maschera al Palazzo della Gran Guardia. Il Carnevale scaligero è antichissimo: siamo alla 488esima edizione con le origini che affondano quindi nel 1500.
Dal 1950 si festeggia invece a Ceggia (Venezia): un carnevale molto famoso per la qualità dei carri ed il lavoro di moltissimi artigiani capaci di ricostruire incredibili creature. Grande sfilata conclusiva al pomeriggio di Maretdi Grasso ma, se dovesse piovere, l’organizzazione comunque recupera l’evento Domenica 18 Febbraio.