Contraffazione: Scordamaglia, italian sounding vale 90 mld, ruba 100.000 posti

Roma, 19 dic. (AdnKronos) – “Un grande piano di contrasto all’Italian sounding ad alla contraffazione alimentare che non faccia sconti a nessuno”. Questa la richiesta di Luigi Scordamaglia, presidente uscente di Federalimentare e numero uno di Filiera Italia, la nuova organizzazione che unisce le eccellenze dell’industria alimentare italiana alla produzione agricola del nostro Paese.
Intervenuto oggi al Mise all’evento “Difendere le eccellenze italiane, promuovere la crescita” , Scordamaglia approfondisce il fenomeno che mette in ginocchio il sistema agroalimentare italiano. “L’italian sounding ci costa oltre 90 miliardi di euro, di cui un 10% di vera e propria contraffazione, vale più di tre volte il nostro vero export agroalimentare ed impedisce di creare in Italia 100.000 posti di lavoro in più ”
“Inaccettabile – prosegue il presidente di Filiera Italia – serve un piano di mobilitazione nazionale che contrasti il fenomeno ad ogni livello senza alcuna tolleranza”. “Anche in Europa ci sono aziende che troppo disinvoltamente hanno usato i buchi normativi per apporre bandierine o nomi italiani su prodotti che con l’Italia non hanno nulla a che vedere, e questo è ancora più grave se a farlo sono aziende italiane che producono sui mercati mondiali”.