Difesa: Mattarella saluta missioni all’estero, Italia vicina e orgogliosa

Roma, 20 dic. (AdnKronos) – Il “sacrificio” di trascorrere le festività natalizie lontano dall’Italia è “compensato dall’importanza di quanto fate”. Per questo il nostro Paese esprime “vicinanza e orgoglio”. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che in collegamento dal Centro operativo interforze, ha rivolto gli auguri ai militari impegnati nelle missioni internazionali.
Professionalità, generosità, senso di umanità, capacità di integrazione con i contingenti di altre nazioni, le doti dei nostri soldati messe in risalto dal Capo dello Stato, che ha sottolineato “la nostra attitudine a tramettete volontà di pace e di dialogo”. Un contributo “molto importante in regioni nevralgiche” a fronte della minaccia terroristica che risulta sempre attuale, “per contrastare il fenomeno e poterlo combattere per estinguerlo”.
Diversi i teatri operativi che vedono impegnati circa seimila militari, in 35 missioni in 23 Paesi, ovviamente con problematiche e prospettive diverse, passate in rassegna durante i collegamenti con il Presidente della Repubblica, presenti la ministra della Difesa, Elisabetta Trenta, e il capo di stato maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli.