Elezioni: Nannicini a Perotti, proposte Pd valgono 35 mld non 56

27

Roma, 13 feb. (AdnKronos) – “I partiti sono tutti uguali. È questo il ritornello che alcuni giornali vogliono far passare (…). È per questo che torno su alcuni numeri apparsi ieri su Repubblica. Roberto Perotti ha riportato proprie stime sui costi di finanza pubblica del programma del Partito democratico, per un totale – secondo l’autore – di 56 miliardi”. Lo scrive Tommaso Nannicini del Pd su Facebook.
“La cifra -argomenta- non è esorbitante rispetto alla fiera delle promesse a ruota libera che altre forze politiche stanno facendo, ma è superiore alle nostre stime, che si collocano intorno a 35 miliardi per i prossimi 5 anni. Proprio perché per noi ‘buona politica’ significa non prendere in giro gli elettori, chiarisco le differenze nelle stime”. In particolare, sottolinea Nannicini, ci sono almeno un paio di “differenze macroscopiche”.
Ad esempio, sulla riduzione strutturale del cuneo contributivo sul lavoro stabile che secondo Repubblica costerebbe 12 miliardi “ma, come scriviamo nel programma, la nostra proposta di riduzione di un punto di cuneo all’anno per 4 anni riguarda i contratti a tempo indeterminato a tutele crescenti (post Jobs act). Il costo della fiscalizzazione di un punto di cuneo per questi contratti è intorno a 290 milioni il primo anno e raggiunge 1,8 miliardi solo dopo 10 anni”.