Fao: commercio e consumo cibo spazzatura ostacolo a diete sane (2)

72

(AdnKronos) – “Se non adottiamo azioni urgenti per fermare la crescita dei tassi di obesità, avremo presto più persone obese che sottonutrite nel mondo”, rileva da Silva. “Ci sono diversi fattori che favoriscono questa pandemia globale dell’obesità, e le diete poco sane sono tra quelli più significativi”. Da Silva ha fatto riferimento all’aumentata disponibilità e la facilità di accesso ad alimenti altamente energetici e ricchi di grassi, zuccheri e sale, le cui vendite sono state favorite da intense campagne di pubblicità e marketing.
“Fastfood e cibo spazzatura sono i migliori esempi di tutto ciò. Questo tipo di alimenti costa meno ed è più facile accedervi che non il cibo fresco, soprattutto per i più poveri nelle zone urbane” ricorda sottolineando come quando le risorse per il cibo cominciano a scarseggiare, le persone scelgano cibi meno costosi, spesso ricchi di calorie ma dallo scarso contenuto di nutrienti. Il consumo di questo tipo di alimenti ha però ha un costo molto alto per la società, con l’obesità che rappresenta un fattore di rischio per molte malattie non trasmissibili come le malattie del cuore, infarti, diabete e alcune forme di tumore.
“I paesi dovrebbero mettere in atto misure per tutelare diete locali e sane, ed incoraggiare il settore privato a produrre cibo più sano” sostiene Graziano da Silva. Queste potrebbero includere tasse su prodotti alimentari non salutari; un’etichettatura chiara e informativa dei prodotti; limiti alla promozione del cibo spazzatura per i bambini e la riduzione dei livelli di sali e zuccheri per produrre alimenti.