Giostra: dagli anni ’90 ad oggi le edizioni con questo ordine di carriere

Concludiamo oggi il nostro cammino a ritroso nel tempo per rievocare le giostre che si sono disputate con l’ordine di carriera con cui si correrà la prossima edizione. Detto della Giostra del 1949 e di quelle degli ‘60 facciamo un salto di quasi 30 anni ed arriviamo al 1992. Delle due edizioni disputate è quella del 30 agosto che andremo a ricordare. Ad aggiudicarsi la Lancia d’Oro è Porta Crucifera che con la coppia formata da Eugenio Vannozzi e Marco Filippetti totalizzerà quello che, ai tempi, era il punteggio che spesso garantiva la vittoria: 4 + 4. Già al termine della prima tornata di carriere i rosso verdi avevano u netto vantaggio sui rivali infatti sia Porta del Foro con Angelo Magnani che Porta Santo Spirito con Davide Tredozi rimediavano uno “zero” conseguenza della perdita della lancia nell’impatto contro il Buratto. Ma anche Porta Sant’Andrea non brillava e Silvano gamberi totalizzava un modesto 2. Nella seconda tornata Filippetti ripete il 4 di Vannozzi mentre Paolo Parigi (Porta del Foro) marca 3 punti e Marco Cherici perde anch’egli la lancia così che i gialo blu terminano la giostra con un totale di “zero” punti marcati. Martino Gianni marca un 4 che non serve a Porta Sant’Andrea. Nel 1999 le due edizioni della Giostra si disputano, ormai da alcuni anni, nelle date attuali ed è proprio a giugno che si ripete l’ordine di carriere del 1992. E’ la giostra delle 3 lance spezzate. Nella prima tornata sono Gabriele Veneri e Maurizio Sepiacci a raddoppiare il 4 colpito ma è nella seconda carriera che si realizza il record di punti a tutt’oggi non superato. Carlo Farsetti (Porta Santo Spirito) colpisce il centro e spezza la lancia: 10 PUNTI!!! A nulla vale il 5 di Martino Gianni. Vittoria di Porta Santo Spirito. Per la cronaca diciamo che, a termini di regolamento, il record di farsetti potrebbe essere superato se un prossimo giostratore colpendo il centro e spezzando la lancia disarmasse il re delle Indie strappandogli il mazzafrusto. L’unico quartiere che si intromette in questa serie di vittorie suddivise parimenti tra rosso verdi e giallo blu è Porta del Foro. Il 2 settembre 2001, dopo una serie interminabile di spareggi, i chimerotti hanno la meglio con la coppia formata dai fratelli Gabriele e Luca Veneriche hanno ragione della strenua difesa di Porta Santo Spirito.

L’ultima giostra che andiamo a ricordare risale al 2005. Vince Porta Crucifera con la copia formata da Marco Cherici ed Alessandro Vannozzi. Al termine delle carriere regolamentari questa è la situazione Porta Crucifera e Porta Santo Spirito (Luca Veneri e Carlo Farsetti) hanno marcato 8 punti e vanno allo spareggio mentre sono fuori, entrambe con 7 punti Porta del Foro (Gabriele Veneri – Enrico Giusti) Porta Sant’Andrea (Stefano Cherici – Enrico Vedovini). Il primo a correre lo spareggio è Alessandro Vannozzi che marca 5 punti. Carlo Farsetti ferma la sua lancia nel 4 ed i cruciferini festeggiano.

A ricordo di quegli anni riportiamo il fatto più drammatico: l’attacco alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001. Erano passati solo 9 giorni dalla Giostra di cui abbiamo paralto quando un commando di terroristi prese il comando di 4 aerei e li dirottò su altrettanti obiettivi. Due di questi si andarono a schiantare contro le Torri Nord e Sud del WorldTrade Center di New Yourk causando circa 3.000 vittime e 6.000 feriti. Un altro aereo venne diretto contro il Pentagono mentre il quarto che doveva colpire il Campidoglio oppure la Casa Bianca (non vie è certezza) si schiantò in campo per l’intervento dei passeggeri e dell’equipaggio che, ormai consapevoli del loro destino, costrinsero però i dirottatori a non mettere in atto il loro piano.