Governo: Cesa, Lega non può stare con chi guarda all’indietro

62

Roma, 12 ago. (AdnKronos) – “Sempre più italiani chiudono i propri conti correnti per aprirli altrove: questa è la premessa della tempesta perfetta. In meno di tre mesi, quasi 100 mld sono volati oltre i confini nazionali. E non si tratta di un complotto!” Lo afferma il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa.
“La Lega -aggiunge- si assume una enorme responsabilità nel governare con chi immagina un’Italia ferma e con lo sguardo rivolto verso il passato. Se si mantengono fede agli impegni, se si garantisce il rispetto dei parametri europei, se si prosegue sul campo delle riforme garantendo il rapporto deficit-Pil, se in sintesi non si lancia l’Italia nell’avventurismo con riforme strampalate in deficit indirizzate a soddisfare il senso di vendetta di qualcuno contro qualcun altro, allora il Paese sì che non potrà temere i mercati”.