Governo: Conte vola da Macron e poi da Merkel, sul tavolo migranti e temi Ue (3)

95

(AdnKronos) – Un obiettivo, quello del presidente del Consiglio, difficile da centrare, ma su cui l’esecutivo giallo-verde si gioca la partita decisiva, quella che potrebbe determinarne la sopravvivenza stessa. E che è scritto nero su bianco sul contratto di governo che costituisce il pilastro fondamentale su cui poggia il governo M5S-Lega: “è necessario il superamento del Regolamento di Dublino”, si legge nel documento firmato da Luigi Di Maio e Matteo Salvini.
E se è vero che sul tavolo di Parigi prima e Berlino poi il capitolo migranti la farà da leone, saranno anche altri i temi da trattare, anche in vista del consiglio europeo del 28 giugno a Bruxelles. “Con Macron – conferma Conte ai cronisti – parleremo di tutto”, non sono migranti dunque ma anche “l’unione bancaria, bancaria/monetaria. Con lui, come avvenuto al G7 in Canada, parliamo di tutto”.