Made in Italy: Centinaio, preoccupa atteggiamento Ue

Roma, 24 nov. (AdnKronos) – “Con l’ambasciatore Francesco Paolo Fulci, presidente della Ferrero, ho condiviso le preoccupazioni derivanti dall’atteggiamento che sta assumendo l’Europa nei confronti dei prodotti agroalimentari italiani. Dalle etichette a semaforo, alla tassa sulle bevande zuccherate, alla stessa Nutella. Un vero e proprio attacco che punta a mettere in difficoltà i prodotti tipici del nostro Paese”. Così in una nota il ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio che oggi ha visitato “l’impianto dolciario più grande d’Europa, la Ferrero”.
Un’azienda, rileva Centinaio, “che sta coinvolgendo concretamente il settore dell’agricoltura italiana con importanti accordi sia con la filiera dello zucchero che con quella delle nocciole. Azioni concrete che valorizzano e favoriscono i produttori italiani che stanno attraversano un periodo di difficoltà”.
Per Centinaio, “non si può pensare di dichiarare nocivi gli ingredienti della dieta mediterranea come non si possono mettere sotto accusa gli zuccheri nelle bevande e quindi tassarli. Ciò che nuoce alla salute è ben altro, non certo prodotti come l’olio d’oliva, il prosciutto. Come è risaputo che l’obesità con si combatte tassando lo zucchero ma adottando una dieta equilibrata. Farò di tutto per bloccare questi deliranti attacchi al Made in Italy. L’Europa dovrebbe prendere esempio da aziende come la Ferrero, che aiuta concretamente l’agricoltura italiana invece di perdere tempo con battaglie fatte solo di inutili slogan”, conclude il ministro.