Oro Arezzo proietta Graziella verso l’occidente

Ad Oro Arezzo, alla presenza di Jo Squillo, è stato presentato il progetto di Graziella&Braccialini

6847

Oro Arezzo proietta Graziella verso nuovi mercati occidentali. La fiera internazionale di gioielleria ha rappresentato per l’azienda aretina un’occasione per presentare le nuove collezioni in oro, argento e bijoux con cui, in occasione del sessantesimo anno di attività, vivrà un deciso ampliamento dei propri orizzonti commerciali. Finora, infatti, Graziella aveva concentrato gli sforzi soprattutto verso l’Est Europa, il Medio Oriente, l’Asia e l’Africadove si è consolidata tra i leader italiani del settore del lusso, ma ha recentemente deciso di rinnovare la propria produzione e di orientare il proprio impegno anche verso l’Italia, il resto dell’Europa e l’America. In questo senso, Oro Arezzo ha configurato un’importante vetrina per cogliere le prime reazioni dei buyers e degli operatori verso i gioielli della linea “Silver” che, pur mantenendo la creatività e l’identità tipiche dell’azienda, sono caratterizzati da forme più moderne e più leggere espresse dall’unione tra argento e pietre naturali. Il prossimo passaggio sarà la partecipazione alla fiera di Las Vegas di inizio giugno che sarà un momento cruciale per porre radici anche nel mercato statunitense.

La svolta occidentale è stata confermata anche dagli altri prodotti esposti nello stand di Oro Arezzo, con la presentazione del progetto imprenditoriale di Graziella&Braccialini che sintetizza le competenze dell’azienda aretina nel settore dell’oreficeria e le competenze dell’azienda fiorentina nel settore della pelletteria, attraverso la creazione di collezioni con borse d’alta moda abbinate a gioielli colorati, freschi e giovanili. Questa sinergia, orientataprevalentemente al mercato italiano, è stata raccontata nel corso della fiera anche dalla nota conduttrice Jo Squillo che si è soffermata daGraziella per un approfondimento insieme ad Eleonora Gori, retail manager dell’azienda, per il suo programma dedicato alla moda.

Un ulteriore motivo di soddisfazione è arrivato dalla vittoria del premio speciale della giuria nel concorso Premiere dedicato al tema “The power of love”. Graziella ha ottenuto una conferma della maestria del proprio Centro Creativo meritando il prestigioso riconoscimento con il bracciale “L’amore come scoperta del vero tempo” che, realizzato dall’artista Cesare del Brenna attraverso un abbinamento tra rete metallica e oro, presenta una gabbia con un uomo e una donna che, con la forza dell’amore, riescono ad elevarsi e a raggiungere la piena libertà. «La fiera aretina – spiega Eleonora Gori, – si è collocata in un momento dell’anno ottimale ed è rafforzata dalle collaborazioni con Vicenza e Rimini, ma purtroppo ha registrato presenze internazionali inferiori rispetto agli anni passati e un minorgiro d’affari. Nonostante questo, chiudiamo l’evento con un bilancio positivo per i riscontri ottenuti dalle nuove collezioni di Graziella e di Graziella&Braccialini che ci permetteranno di muovere un forte passo verso quei mercati occidentali dove finora siamo stati assenti, affiancandosi a quelle aree del mondo dove la nostra presenza è ormai consolidata».