Per la Lilt è tempo di bilanci: varcata la soglia dei duecento tesserati

La pausa estiva rappresenta l’occasione per tracciare la sintesi dei progetti e delle attività di inizio 2018. Le campagne nazionali e le collaborazioni con realtà del territorio hanno favorito un aumento dei soci

9377

La Lilt di Arezzo varca la soglia dei duecento tesserati. Il mese di agosto rappresenta uno spartiacque per la sezione provinciale della Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori che, con la pausa estiva, stila un bilancio dei progetti e delle attività svolte nei primi mesi dell’anno per sensibilizzare verso le tematiche della prevenzione oncologica attraverso corretti stili di vita e sane abitudini quotidiane. Per raggiungere questo obiettivo, l’associazione ha operato prevalentemente attraverso due canali: l’organizzazione ad Arezzo delle varie campagne nazionali targate Lilt e la collaborazione con numerose realtà del territorio provinciale per coinvolgere il maggior numero di cittadini.

Il primo impegno ha riguardato la promozione della Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica a marzo, della Giornata Mondiale Senza Tabacco a maggio e della prima edizione del Percorso Azzurro a giugno per far luce riguardo ai principali tumori maschili. In queste occasioni, i volontari della Lilt hanno allestito alcuni stand in città e in provincia dove hanno distribuito materiale informativo o hanno favorito incontri con esperti per trattare le più diversificate tematiche della prevenzione, approfondendo l’apporto della sana alimentazione al benessere, l’importanza di sottoporsi a visite periodiche per tenere sotto controllo il proprio corpo, o i rischi legati al fumo e ad altre dipendenze. Nella seconda parte dell’anno è prevista invece la tradizionale Campagna Nastro Rosa che, ad ottobre, sarà rivolta alle donne per la diagnosi precoce dei tumori alla mammella attraverso visite gratuite e altre iniziative.

In parallelo sono state avviate o rinnovate una serie di sinergie volte ad unire più realtà nel comune obiettivo della lotta ai tumori, come gli accordi di collaborazione con la Cooperativa Taxi Arezzo e con l’Istituto Senologico Arezzo. Due nuove iniziative del 2018 sono state “Metti nel carrello la prevenzione” con la Conad che, fino al 31 dicembre, permetterà ad ogni nuovo socio di godere di un buono di 5 euro da utilizzare nel supermercato di Ponte a Chiani, e “La prevenzione viaggia in auto” con la scuola Formula Guida Sicura che garantirà la tessera della Lilt a coloro che parteciperanno alle iniziative di sicurezza stradale a StraSicura Park di Montecchio Vesponi. Questo fermento ha avuto riscontro immediato nella crescita dei tesserati che hanno superato quota duecento, con una leggera crescita rispetto al 2017. «Il nostro obiettivo – commenta Ivan Cipriani Buffoni, presidente provinciale della Lilt, – è di consapevolizzare i cittadini verso quelle corrette abitudini quotidiane necessarie per arginare la minaccia del tumore e per mantenere il benessere. Per riuscirvi ci stiamo impegnando ad informare e a coinvolgere su questi temi il maggior numero di persone per costituire in città una vera e propria “rete della prevenzione” che, al momento, ha coinvolto duecento cittadini e tante realtà locali».