Sicurezza Stradale: Verona, arrivano ‘Street control’, le speciali telecamere in auto

Verona, 17 dic. (AdnKronos) – Da oggi, chi circolerà privo di copertura assicurativa o senza aver fatto la revisione non avrà più vita facile. Verona si fa nuovamente capofila nazionale per la stradale. E a supporto del già collaudato Giano2, arrivano 2 telecamere di ultima generazione “Street control”. Gli occhi elettronici, posizionati sopra le delle pattuglie, sono in grado di rilevare 100 targhe al secondo, nell’arco di 20 metri, e di analizzare all’istante la regolarità dei mezzi che transitano sulle strade scaligere.
È stato siglato questa mattina, in sala Arazzi, il protocollo di collaborazione triennale tra , e Fondazione Ania – Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, per l’avvio del progetto “Plate Check”, che parte da Verona per contrastare l’evasione assicurativa e aumentare la sicurezza stradale. A firmare il documento il Federico Sboarina, il comandante Luigi Altamura e il segretario generale di Fondazione Ania Umberto Guidoni. Di Cattolica Assicurazioni, partner dell’iniziativa, era presente il generale Valter Trevisani. Il progetto si estenderà poi a livello nazionale, grazie alla collaborazione tra Ania e Stradale.
Le due telecamere “Street control”, fornite in comodato d’uso gratuito da Ania, permettono agli agenti in pattuglia di “scannerizzare” i veicoli nelle vicinanze. Dopo aver fotografato la targa, infatti, il sistema compara i dati con il database della Motorizzazione e invia tutte le informazioni raccolte al tablet dato in dotazione agli agenti, che così possono fermare in tempo reale i veicoli non in regola, facendo scattare immediatamente la multa o il sequestro del mezzo. La strumentazione va ad integrare la dotazione di 3 occhi elettronici già dedicati al progetto Giano2.