Tanti, supermensa: se i comitati hanno alternative concrete le presentino entro dicembre

“Si sappia che abbiamo cucine vecchie di 40 anni e piccole per le nuove esigenze. Non rinunceremo a garantire più qualità e più 

“Non c’è fretta, l’ho già detto e lo ripeto. Nessuna decisione sarà a sorpresa, fino a febbraio 2019 non si attiverà nessuna procedura e fino al settembre del 2020 il modello non cambierà. Siamo consapevoli che stiamo prendendo una decisione importantissima per la Città, non solo di oggi ma per quella di domani, e abbiamo tutto il tempo che serve, ma ribadisco: chi ha proposte diverse dalla super mensa le presenti, noi le valuteremo con la stessa misura che è quella di una fattibilità che garantisca la miglior qualità in base a parametri oggettivi, fondati e riconosciuti. Siamo disponibili ad ogni valutazione ma dentro questo principio: ‘più sicurezza e più qualità’. Una proposta è già arrivata da un comitato spontaneo ed è al vaglio degli uffici”. L’Assessore ribadisce la linea condivisa con il circa l’apertura al confronto con chi ha manifestato la propria opposizione al progetto. “Purtroppo, e per precedenti impegni assunti da ognuno di noi, né il , né il Vicesindaco, né io potremo essere presenti all’ pubblica convocata per giovedi dal Comitato Mense alla quale siamo stati invitati. Concordando le date avremo modo di incontrarci e confrontarci. Non rinunceremo ad iniziare a mettere mano ad un sistema che é vecchio di 40 anni e che vogliamo modernizzare. Siamo orgogliosi dell’apprezzamento dimostrato per il servizio che eroghiamo oggi, ma abbiamo il dovere di guardare al futuro: a noi non basta che il servizio funzioni bene, puntiamo a farlo funzionare al top perché obiettivamente si può migliorare ancora. Ed è questo quello che vogliamo fare e che faremo”.