Turismo: numeri importanti e ottimismo sul loro ulteriore incremento

Dichiarazione dell’assessore al turismo Marcello Comanducci

Lo stato del turismo aretino merita un focus particolare. La stima che possiamo fare a oggi, per il 2018, è di 400.000 presenze e dunque registriamo un vero e proprio record. Nel 2018, per la prima volta, Arezzo ha retto anche in un periodo tradizionalmente difficile come novembre, è esplosa letteralmente a dicembre e reggerà fino a dopo Natale. Il turismo ha una crescita costante per tutti i 12 mesi. Infatti, rispetto al 2014 abbiamo un più 45% di pernottamenti e una crescita importante di tutto il comparto compreso quello culturale che ha registrato ingressi record ai musei statali e alle mostre comunali. Dunque, stiamo parlando di un turismo che si ferma in città, che visita i suoi tesori e dorme nelle sue strutture. Su questa base, la Fondazione InTour, finalmente libera dagli adempimenti burocratici, potrà operare anche grazie al supporto di professionisti, operativi dal primo gennaio. La fondazione mostra dunque tutta la sua appetibilità, anche per i privati, il clima è positivo e siamo arrivati, a pochi mesi dalla costituzione, a contare già 32 soci: 3 in partecipazione, 25 sostenitori e 5 istituzioni, ovvero i Comuni di Capolona, Subbiano, Bibbiena, Caprese Michelangelo, Montevarchi. Tutto è pronto per un 2019 che, sono certo, farà registrare una crescita ulteriore.